Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Open Innovation

Big Data, AI e IoT: finanziato il progetto di GFT Italia

Il progetto, che comincerà il primo ottobre 2019 e proseguirà fino a dicembre 2022, rientra nell'ambito del programma europeo per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 e si propone di supportare le organizzazioni del mondo finanziario e assicurativo nel processo di innovazione guidato da Big Data, Intelligenza Artificiale e Internet of Things

Circa 16 milioni di euro è l’entità del finanziamento europeo ottenuto da GFT Italia, società dell’omonima azienda tedesca GFT Technologies attiva nel settore Information Technology in ambito finanziario, bancario e assicurativo, per realizzare il progetto INFINITECH, un’architettura di riferimento per supportare le organizzazioni del mondo finanziario e assicurativo nel processo di innovazione guidato da Big Data, Intelligenza Artificiale e Internet of Things. Il progetto, che comincerà il primo ottobre 2019 e proseguirà fino a dicembre 2022, rientra nell’ambito del programma quadro 2014-2020 per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 della Commissione Europea.

Nello specifico, si tratta di fornire tecnologie in ambito Big Data-IoT per la gestione e la ricerca trasparente di qualsiasi tipologia di dato (data analytics interoperabili, data sharing basato su blockchain, real-time analytics, librerie di algoritmi AI avanzati); ma anche strumenti normativi con funzionalità di data governance e conformità a direttive quali PSD2, 4AMLD, MIFiD II; nove ambienti di test e sandbox innovativi (open API) e ulteriori risorse per validare soluzioni personalizzate.

“Nonostante l’incremento degli investimenti su questi fronti, il settore si trova ancora ad affrontare numerose sfide, tra cui la presenza di silos di dati, complessità normative, mancanza di “sandbox” e ambienti di test efficaci. INFINITECH rappresenta l’impegno comune di società leader globali in ambito ICT e finance per superare gli ostacoli nel percorso di una trasformazione guidata da Big Data, AI, IoT, in linea con la normativa e che stimoli ulteriori investimenti” afferma Maurizio Ferraris, Senior Manager di GFT Italia.

L’impegno di GFT Italia nella digital innovation

14 progetti pilota per validare i risultati del progetto, copriranno tutti gli ambiti di riferimento per il settore, come know your customer (KYC), customer analytics, gestione personalizzata del portafoglio, credit risk assessment, analisi preventiva del crimine finanziario, prevenzione delle frodi, assicurazioni usage-based , assicurazione agricola ecc.

Una piattaforma di accesso alle soluzioni del progetto, insieme a un Virtualized Digital Innovation Hub (VDIH), supporterà gli innovatori come FinTech e InsurTech nel loro impegno per l’applicazione concreta delle tecnologie.

Grazie all’influenza nell’ecosistema finanziario digitale europeo dei 42 partner coinvolti provenienti da 16 Paesi, tra cui primarie organizzazioni finanziarie, system integrator, vendor IT e prestigiosi centri di ricerca, con la complicità degli stakeholder da tutti i 28 Paesi dell’Unione Europea, INFINITECH costituirà un’occasione di innovazione ‘disruptive’ in ambito Big Data-AI per i settori di riferimento.

“Orchestrato da GFT Italia, INFINITECH coinvolge 10 aziende italiane e si distingue per la sua concretezza, poiché tramite progetti pilota, si pone l’obiettivo di dimostrare come utilizzare la tecnologia in ambienti controllati per poi potersi ampliare con consapevolezza alle attività di business” sottolinea Alfio Puglisi, Managing Director Region Central Europe GFT e CEO GFT Italia.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>