Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Smart City

L'IoT guida la mobilità sostenibile di Brescia

Project, partner politecnologico di progetti di innovazione, sfrutta le potenzialità dell'IoT per iniziative di sostenibilità e mobilità

Secondo le statistiche del Politecnico di Milano, nel 2021 il mercato italiano dell’Internet of Things ha raggiunto il valore di 7,3 miliardi di euro (superiore al periodo pre-pandemia), con una crescita pari al 22% rispetto all’anno precedente. Nel nostro Paese circolano oltre 110 milioni di oggetti interconnessi, ovvero quasi due per abitante.

Il segnale è chiaro: sempre più aziende sono interessate a cogliere le opportunità derivanti dai sistemi IoT, che permettono di raggiungere nuovi traguardi di flessibilità ed efficienza.

I settori di impiego spaziano dall’Industria 4.0 alle Smart Cities e i casi concreti, che dimostrano i vantaggi dell’Internet Of Things, sono sempre più frequenti.

L’IoT per la sostenibilità dei trasporti cittadini

Tra le storie di successo particolarmente significative, Brescia Mobilità, società del Comune lombardo, ha sviluppato un progetto per la sostenibilità dei trasporti cittadini, sperimentando le potenzialità dei sistemi IoT su una pluralità di applicazioni.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Gruppo Project, consulente IT specializzato nell’attuazione di strategie per la trasformazione digitale, mettendo al centro la soluzione Cisco Meraki.

«Per aiutare i clienti a massimizzare i ritorni dei progetti IoT – spiega Francesco Ghilardi, Network and Security Engineer della società -, facciamo affidamento sulle tecnologie più avanzate del settore. All’interno del nostro portafoglio, Cisco Meraki è una piattaforma di cloud networking, completa di funzionalità wireless, switching, sicurezza e ottimizzazione delle reti. Tramite le Api, ovvero le interfacce di programmazione delle applicazioni, Meraki può interagire con diversi processi aziendali, in una pluralità di comparti che includono Manifatturiero, Trasporti, Utilities e Smart Cities».

L'IoT guida la mobilità sostenibile di Brescia

Nel caso specifico dell’azienda bresciana, la piattaforma proposta da Cisco è servita per integrare una serie di processi Api relativi al settore della Mobilità, garantendo un uso più efficiente dei mezzi, degli asset e degli spazi.

Inizialmente la soluzione era stata implementata per ottimizzare la gestione della rete Wi-Fi del cliente, all’interno dell’area metropolitana, ma, grazie alla struttura modulare e alla flessibilità di utilizzo, ha permesso di sviluppare numerosi progetti in chiave IoT: ad esempio, il rilevamento della temperatura o il monitoraggio dell’afflusso di persone sui bus.

L’adattabilità della tecnologia, unita alla capacità consulenziale del Gruppo, permetteranno quindi a Brescia Mobilità di sperimentare approcci alternativi per il regolare svolgimento delle attività aziendali, all’insegna del miglioramento continuo.

Gruppo Project a supporto dell’Internet Of Things

Il caso del Comune bresciano rappresenta tuttavia soltanto un esempio delle numerose iniziative IoT realizzati da Gruppo Project in qualità di trusted advisor politecnologico.

«Come società specializzata nei percorsi di digital transformation – dichiara Ghilardi – siamo sempre più coinvolti in progetti che riguardano l’ambito dell’Internet Of Things. Le aziende hanno la necessità di interconnettere un numero crescente di dispositivi e il nostro obiettivo è offrire una soluzione flessibile, dinamica e soprattutto sicura in risposta alle attuali esigenze del mercato».

Il Gruppo pertanto offre una consulenza a 360 gradi, che permette di coprire tutti gli aspetti tecnologici del progetto, mettendo a disposizione competenze strategiche e conoscenze di processo.

Per finalizzare iniziative di successo, infatti, occorrono know-how ed esperienza, soprattutto se l’ambito applicativo è ancora relativamente nuovo.

L’ecosostenibilità e i vantaggi dell’IoT

L’approccio consulenziale e le soluzioni specifiche proposte da Gruppo Project possono pertanto fornire un supporto concreto nell’ottenere i vantaggi promessi dall’Internet Of Things, come il minore impatto ambientale ed economico.

«Il beneficio primario – sottolinea Ghilardi – riguarda l’ecosostenibilità. Grazie all’implementazione dei processi IoT, le aziende ottengono un forte risparmio energetico che si traduce chiaramente in una riduzione significativa dei costi. Volendo fare un esempio pratico, l’interazione delle componenti fisiche, all’interno degli impianti industriali, con i sistemi informativi permette un controllo a più livelli sui processi, con la possibilità di ottimizzare le risorse e i consumi».

In un periodo storico particolarmente critico, caratterizzato dall’instabilità politica ed economica, l’implementazione di tecnologie a supporto dell’efficienza si rivela una mossa decisiva per la prosperità aziendale. L’Internet of Things inoltre rappresenta una risorsa preziosa per lo sviluppo di nuove modalità operative e modelli di business, consentendo alle aziende di sperimentare un più ampio campo d’azione e quindi guadagnare competitività.

Ecco perché qualsiasi impresa voglia conseguire ulteriori traguardi di innovazione dovrebbe esplorare le opportunità dell’IoT, meglio se con la guida e il sostegno di un partner specializzato.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo