Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Smart Agrifood

La bottiglia di vino con il tag grazie ad IoT e RFiD

Un negozio di vini e specialità gastronomiche situato all’aeroporto di Zurigo, Bàcaro, ha adottato una soluzione RFId a sostegno di iniziative di up-selling e cross-selling dei propri prodotti. L’applicazione, in uso dal 2008, sfrutta tag passivi HF (13.56 MHz) posizionati sotto alle bottiglie di
vino – circa 300, scelte in modo da rappresentare una sufficientemente vasta selezione di tipologie di vini – ed un chiosco informativo dotato di uno schermo e un reader RFId.
Quando un cliente prende una bottiglia di vino e la posa sul tavolino accanto al monitor (dove incorporata in un pad plastico si trova l’antenna RFId) la lettura del tag richiama dettagliate sul vino, come ad esempio la zona geografica di origine o le uve utilizzate, o consigli per una perfetta degustazione, come la temperatura o il tempo di decantazione. Il sistema, implementato da Vistasys per Weinkellerei Aarau, fornitore di vini del negozio, offre inoltre una serie di suggerimenti su acquisti correlati – come cioccolato, cibo o sigari – che ben si “sposano” al vino scelto. Oltre a ciò è anche possibile effettuare l’operazione contraria, ovvero ottenere un suggerimento sul vino da bere sulla base del menu programmato. Il cliente, una volta ottenute le informazioni, può anche stamparle. Anche le cantine ed i rivenditori beneficiano del sistema; è infatti possibile raccogliere informazioni su abitudini e preferenze della clientela, come ad esempio i vini maggiormente guardati o i suggerimenti più interessanti. Il proprietario del negozio si dichiara soddisfatto, ha infatti notato come le vendite siano aumentate e come i clienti siano positivamente colpiti dal dettaglio delle informazioni fornite e dalla modalità di funzionamento del sistema. Questo d’altronde è stato appositamente basato su tecnologia RFId proprio per il suo effetto “drammatico” rispetto all’utilizzo di un barcode, percepito come “noioso e banale”.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016