Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

HPE apre quattro Innovation Lab dedicati all'IOT

HPE inaugura quattro Innovation Lab dedicati all'IoT. Uno si trova in Europa, a Grenoble. Sono spazi di innovazione dedicati alle imprese, nei quali ampio spazio è dato al ruolo dei partner

Secondo HPE, una delle sfide più difficili quando si parla di progetti IoT è riuscire a unire infrastrutture esistenti e nuovi hardware e software in un’unica soluzione coesa, in grado di rispondere pienamente agli obiettivi del progetto stesso.
Una sfida non da poco, dal momento che nella quasi totalità dei casi si tratta di lavorare in ambienti eterogenei e multivendor, per i quali sono richieste competenza ed esperienza di alto livello.
Per aiutare i propri partner e clienti ad affrontare questa sfida, HPE ha deciso di dare vita a una rete di Innovation Lab dedicati al mondo IoT.
Una denominazione che richiama da vicino la rete degli Innovation Lab aperti in Italia in collaborazione con i partner e in fondo del tutto simile a questi nella loro concezione: gli IoT Innovation Lab di HPE sono luoghi nei quali è possibile sia comprendere quale sia l’innovazione possibile guidata dall’IoT, sia progettare, sviluppare e testare le proprie soluzioni e applicazioni in piena autonomia, oppure con il supporto degli esperti e dei partner della società.

Quattro gli IoT Innovation Lab di HPE, uno in Europa

Annunciati in questo mese di agosto, con un “grand opening” proprio a ridosso di Ferragosto, gli HPE IoT Innovation Lab si trovano al momento a Houston, Grenoble, Banagalore e Singapore.
HPE li presenta come un “playground”, un luogo di sperimentazione per gli uomini dell’IT e quelli dell’OT. Sono organizzati in zone per attività “hands on”, in base ai casi d’uso.
Si parla infatti di “Edge Experience Zones” nella quali si dimostrano casi d’uso pratici per le aziende del mondo Oil and Gas, Manufacturing, Engineering, Healthcare, Retail.
Così, nella zona Smart City Experience si parla di soluzioni per la gestione del traffico e dei parcheggi, con applicazioni di video analytics e data anlytics, o di soluzioni per la gestione delle inondazioni, sviluppate in collaborazione con Microsoft, che ha messo a disposizione la sua piattaforma Azure. Il tutto, naturalmente, orchestrato e gestito con la Universal IoT Platform di HPE.

Nell’area Industrial IoT, le soluzioni presenti sono indicative delle collaborazioni che HPE ha in essere con realtà quali GE – in questo caso si parla di integrazione con GE Predix – o con National Instruments, PTC, SAP Leonardo, Deloitte. Obiettivo è dimostrare l’effettiva integrazione tra IT e OT.

“Gli Innovation Lab sono un luogo di apprendimento e di innovazione, un luogo nel quale testare nuove idee e verificare cosa davvero funziona per le aziende”, scrive la stessa HPE presentando il progetto.
Vi sono ambienti per il test dei Proof of Concept e ambienti per la misurazione dei benefici, così da garantire una sperimentazione efficace e sicura.
I Lab sono accessibili sia direttamente, prenotando una visita a questo indirizzo, sia da remoto, attraverso una VPN sicura.
Quanto alle soluzioni HPE disponibili, si parla degli Edgeline Systems e delle soluzioni Moonshot per la gestione infrastrutturale.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016