Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

5G in Europa: Telia, Ericsson e Intel giocano d’anticipo

Sperimentati i primi casi europei di utilizzo della rete 5G pubblica live a Tallin. Obiettivo: portare le reti di quinta generazione in Svezia ed Estonia entro il 2018

“Vogliamo giocare d’anticipo con il 5G e lo attiveremo a Stoccolma, Tallinn ed Helsinki nel 2018. Collaboriamo con i nostri partner dell’intero ecosistema per esplorare la portata dell’effetto che il 5G sta per avere sui nostri clienti e sulla società. Si tratta di costruire non solo una nuova rete, ma anche un nuovo modo di pensare e di comprendere l’impatto della rete mobile. Alta velocità, bassa latenza, capacità garantita e mobilità reale sono le caratteristiche destinate ad ampliare gli orizzonti della digitalizzazione, e vogliamo abilitare tutte queste potenzialità insieme ai nostri partner”. Gabriela Styf Sjöman, Global Head of Networks di Telia Company, commenta così l’implementazione dei primi casi di utilizzo di rete 5G pubblica live in Europa, che sta avvenendo in collaborazione con Ericsson e Intel Corporation.

La sperimentazione, spiega la compagnia, sta seguendo un doppio binario e comprende una connessione 5G ad alta velocità su una nave da crociera, che rende disponibile la connettività Internet alla nave e ai passeggeri in porto, e un caso di utilizzo industriale di un escavatore per edilizia, controllato in remoto con una rete 5G live. I tre partner non esitano a definirlo un “passaggio importantissimo nella roadmap globale del 5G”, che porta Ericsson, Intel e Telia (quindi i suoi clienti) sempre più vicini all’obiettivo di attivare i servizi di quinta generazione a Tallinn e Stoccolma nel 2018.

5G, l’importanza di fare sistema e partire

Implementare le prime soluzioni 5G in contesti del mondo reale, sottolineano le tre società, “è fondamentale affinché l’intero settore possa comprendere come le diverse tecnologie si integrano in diversi tipi di aziende, in quali tipologie di ambiente offrono performance migliori e l’interoperabilità tra sistemi attraverso reti, cloud e dispositivi”. Sotto questo punto di vista Telia ed Ericsson hanno iniziato a muoversi nel 2016, con una roadmap congiunta che mira a far sperimentare i servizi 5G ai clienti Telia di Tallin e Stoccolma nel 2018. Oggi, in collaborazione con Intel, i primi esempi di questi servizi sono stati attivati in alcuni casi di utilizzo per utenti consumer e aziendali.

L’ambiente 5G di Tallink, ad esempio, è stato creato nel porto della città per testare ed esplorare il modo in cui la nuova tecnologia mobile può fornire velocità di connessione dati più elevate e una qualità migliorata. Durante il test svolto a settembre 2017, la tecnologia 5G è stata implementata sull’intera nave mentre si trovava in porto. La tecnologia ha abilitato l’utilizzo del wi-fi per 2mila passeggeri e per i sistemi tecnologici di informazione e comunicazioni della nave stessa. Questo è il primo esempio dei molti utilizzi che saranno possibili grazie al 5G in scenari di trasporto, oltre all’amplissima gamma di servizi wireless gigabit offerti ai consumatori.

In preparazione al 5G, i partecipanti al Vertice Digitale di Tallinn che si è svolto nei giorni scorsi hanno avuto l’opportunità di sperimentare la sensazione di controllare un macchinario in remoto (in questo caso un escavatore industriale) tramite controllo a distanza in realtà aumentata funzionante su un collegamento 5G live ultra veloce a bassissima latenza. L’esperimento dimostra come l’operatore possa lavorare con degli escavatori controllati in remoto tramite 5G in ambienti pericolosi in tutta la comodità e la sicurezza del suo ufficio, evidenziando le capacità e le opportunità del 5G in contesti industriali difficili o pericolosi.

“La nostra analisi sulle potenzialità del 5G per le aziende individua un’enorme opportunità per gli operatori delle telecomunicazioni mondiali che hanno recepito la digitalizzazione industriale con il 5G – spiega Arun Bansal, Head of Europe and Latin America di Ericsson -. Secondo le nostre previsioni, potranno sfruttare un’opportunità di mercato di 582 miliardi di dollari USA entro il 2026, e questa cifra rappresenta un potenziale per raggiungere una crescita dei ricavi del 34%. Sfruttare questa opportunità di mercato richiede un investimento nella tecnologia 5G, oltre allo sviluppo aziendale e a modelli di commercializzazione”.

Il lavoro congiunto sui primi casi di utilizzo di tecnologie 5G e le esperienze che offriranno ai diversi settori, aggiunge Asha Keddy, Vice President e General Manager del Next Generation and Standards Group di Intel Corporation – dimostrano l’importanza della collaborazione e la necessità di un flusso di dati ininterrotto attraverso rete, cloud e dispositivi per rendere il 5G una realtà. Le piattaforme 5G di Intel sono fondamentali per abilitare le attuali versioni di prova del 5G attive, applicabili al mondo reale, che forniscono informazioni critiche e consentono di definire il futuro del 5G”.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016