Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile App

Sono gli italiani i più propensi all’acquisto dopo aver visto una pubblicità su smartphone o tablet

Dopo aver visto una pubblicità sul proprio tablet, il 32% dei consumatori italiani ha deciso di effettuare un acquisto online via Pc, il 13% direttamente...



Dopo aver visto una pubblicità sul proprio tablet, il 32% dei
consumatori italiani ha deciso di effettuare un acquisto online
via Pc, il 13% direttamente tramite il proprio device
mobile
mentre il 19% in un negozio fisico. Percentuali
leggermente più basse per i possessori di smartphone: il
27% ha effettuato un acquisto da Pc dopo aver visto un
annuncio
, il 12% dal proprio
dispositivo
mentre il 18% si è recato in un
negozio
.

 



Questi i risultati di una ricerca Nielsen che ha messo a
confronto i comportamenti di consumatori italiani, statunitensi,
inglesi e tedeschi, rivelando un’alta propensione
all’acquisto da parte dei nostri connazionali.


 

Negli Stati Uniti la propensione è in generale
molto più bassa che nei Paesi europei. Per quanto riguarda i
possessori di smartphone solo il 4% dei consumatori ha effettuato
un acquisto usando il proprio dispositivo dopo aver visto un
annuncio (contro l’8% dei tedeschi e il 7% degli inglesi) e
solo l’11%, incuriosito, ha cliccato sul banner per avere
maggiori informazioni, contro il 27% degli italiani, il 19% dei
tedeschi e il 17% degli inglesi.


 

Più in linea con gli italiani invece i cugini
europei: il 10% dei consumatori inglesi e tedeschi ha
effettuato un acquisto dal proprio tablet dopo aver visto un
annuncio
, rispettivamente il 27% e il 32% ha invece
preferito usare il proprio Pc mentre il 17% degli inglesi e il
18% dei tedeschi si è recato in un negozio fisico.


 

Più alte le percentuali per i possessori di
smartphone: il 27% degli inglesi e il 34% dei tedeschi ha
effettuato un acquisto da Pc dopo aver visto una pubblicità sul
proprio dispositivo, ma rispettivamente solo l’8% e il 7%
ha utilizzato il proprio device, mentre il 14% degli inglesi e il
dei 15% di tedeschi si è recato in un negozio.


 

L’11% dei consumatori italiani ha
inoltre utilizzato un coupon ricevuto su un dispositivo mobile
per usufruire di sconti e promozioni dedicate
, contro il
10% degli americani e il 9% di inglesi e tedeschi.


 

Rilevante anche il fenomeno delle applicazioni
utilizzate per lo shopping (App di prodotto, cataloghi e store
locator): la ricerca ha mostrato che sono diffuse tra l’81%
di chi scarica applicazioni per tablet e tra il 17% di chi lo fa
per smartphone. La penetrazione di utilizzo varia sensibilmente
tra tablet e smartphone per via dell’esperienza utente
molto differente, come anche tra gli smartphone con sistema
operativo Android o iOS e tutti gli altri smartphone, dove non si
supera il 5%. È infatti fondamentale l’offerta di
applicazioni dedicate e ottimizzate che proliferano soprattutto
sui market targati Apple e Android.


 

Ancora una volta l’Italia si
dimostra all’avanguardia in relazione ai device mobili: la
penetrazione degli smartphone ha ormai raggiunto il 50% dei
possessori di telefoni cellulari
, la più alta in
Europa, e cresce rapidamente anche la diffusione dei tablet. I
dati mostrano il ruolo crescente che i contenuti veicolati
tramite questi dispositivi hanno nell’influenzare le nostre
scelte d’acquisto,
evidenziando come il Mobile non
possa più essere escluso dalle strategie di relazione con il
cliente e
aprendo interessanti scenari per le aziende che saranno in grado
di sfruttare il fenomeno a proprio vantaggio.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo