Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

Tim scalda i motori sul 5G: partono i servizi

La rete di nuova generazione è disponibile a Roma, Torino e Napoli, e crescerà ulteriormente entro la fine dell’anno per arrivare anche in 50 distretti industriali e abilitare nuove applicazioni per l’industria 4.0. L’Ad Gubitosi: “Attivati progetti di ricerca con sette delle maggiori università italiane”

“Siamo ai primi 2 metri di una lunga maratona. Il 5G è un mezzo potentissimo al punto da rendere difficile prevedere dove si potrà arrivare in termini di servizi e funzionalità. Tim ha avviato progetti di ricerca con 7  tra le maggiori università italiane, dove contribuiremo al finanziamento della ricerca e di dottorati”. Lo ha detto Luigi Gubitosi, amministratore delegato di Tim, durante l’evento in cui l’azienda ha fatto il punto sulla propria attività nel campo del 5G, una rete che arriverà man mano entro il 2019 nelle principali città e distretti industriali del Paese, affiancata dalle iniziative di alfabetizzazione digitale che partiranno in tutta Italia dopo l’estate.

La copertura da qui al 2021

La rete 5G, con velocità fino a 2 Gigabit al secondo, oggi è già accesa a Roma, Torino e Napoli, e arriverà entro l’anno anche a Milano, Bologna, Verona, Firenze, Matera e Bari, oltre che in 30 destinazioni turistiche, 50 distretti industriali e per 30 progetti specifici per le grandi imprese. La roadmap dell’operatore porterà poi a servire con il 5G – entro il 2021 – 120 le città, 200 destinazioni turistiche, 245 distretti industriali, con 200 progetti specifici per le grandi imprese. Di pari passo la velocità aumenterà  fino a 10 Gbps, per arrivare a una copertura del 22% della popolazione, grazie anche al Fixed wireless access.

Le prestazioni e i device 

“Il 5G – si legge in una nota dell’operatore – porterà ad una trasformazione fino a oggi inimmaginabile della rete fissa e mobile, con prestazioni 10 volte superiori a quelle attuali: maggiore velocità di download (almeno 10 volte superiore al 4G), minor latenza (10 volte inferiore al 4G), maggiore densità di dispositivi gestiti (fino a 10 volte), uso significativo dell’Internet of Things per connettere simultaneamente fino a 1 milione di device e sensori per Km2 con altissima qualità e affidabilità”.

Arrivano intanto in campo le prime offerte commerciali per la clientela consumer e business, mentre per i device sono in campo le partnership con Samsung, Xiaomi e Oppo, con i Samsung Galaxy S10 5G, lo Xiaomi Mix3 5G, e, in arrivo, l’Oppo Reno 5G. 

L’offerta per i privati…

Due le offerte 5G per le famiglie: TIM Advance 5G, a 29,99 Euro/mese con 50 GB, chiamate e Sms illimitati, video HD e Ultra HD e a partire da 49,99 Euro/mese TIM Advance 5G Top con 100 GB, chiamate e SMS illimitati, video HD e Ultra HD e il roaming incluso anche da Stati Uniti, Canada, Svizzera e Principato di Monaco. Con questa offerta è possibile acquistare il nuovo Samsung S10 5G a 10 Euro/mese (con anticipo 199 Euro) e con l’App Timgames, inclusa fino a dicembre 2019. 

…e per le aziende

Quanto alla clientela Business, Tim mette in campo l’offerta Senza Limiti 5G che viene proposta a partire da 60 Euro/mese per i nuovi clienti e prevede minuti e Sms illimitati – anche dall’Italia in Europa e verso 16 destinazioni extra Ue – 100 GB, mail e chat illimitate, roaming anche internazionale con chiamate e SMS illimitati oltre a 5GB nelle 16 destinazioni extra UE.  Tim offrirà inoltre il roaming 5G in sei Paesi iniziando entro luglio con Austria, Gran Bretagna, Svizzera, per proseguire successivamente con Spagna, Germania ed Emirati Arabi.

La cultura e il turismo

Tim sta inoltre lavorando per offrire servizi sempre più personalizzati alle realtà industriali del Paese per rendere più efficienti i processi produttivi, grazie anche all’adozione della tecnologia MiMo per ottimizzare le capacità di connessione – si legge in una nota dell’operatore – Grazie al 5G di Tim sono stati presentati alcuni servizi già disponibili per il settore turistico e culturale che tra i primi può beneficiare delle applicazioni della nuova tecnologia. Con speciali visori si possono effettuare visite immersive da remoto in virtual reality a musei e luoghi storici, con la possibilità di dialogare nello stesso ambiente virtuale con una vera guida turistica collegata da chilometri di distanza. TIM ha reso disponibili questi tour virtuali per Piazza Navona, le chiese rupestri di Matera, il Museo Pietro Micca e il Parlamento Subalpino di Torino”. 

Il Cloud gaming

E’ una delle applicazioni che rendono evidenti i vantaggi del 5G, dal momento che consente di giocare in streaming e in mobilità, in una modalità molto coinvolgente. E’ già possibile seguire un evento live di eSport, cambiando in real time il punto di vista sullo schermo grazie alla funzione multiview con flussi video contemporanei, ad esempio durante una partita di football.

L’innovazione per l’Industria 4.0

Nel campo industriale il 5G può abilitare una serie di nuove applicazioni nella robotica e nell’automazione industriale. ”Con la connessione mobile è possibile comandare bracci robotici utilizzando le funzioni che il servizio 5G offre in termini di banda e latenza – spiega Tim – Da dispositivi remoti come laptop e tablet si potranno gestire catene di produzione collocate in location differenti avendone il controllo in real time.

Le smart city

Inoltre, grazie alle potenzialità della rete mobile 5G, miliardi di device e sensori applicati a cose e persone, con connessione ad altissime prestazioni, genereranno un numero sempre crescente di dati, accompagnando l’evoluzione della società digitale dei prossimi anni per applicazioni in ambito di mobilità urbana, public safety, monitoraggio ambientale e offerta turistica”. In quest’ottica la smart city control room di Tim analizza i dati raccolti tramite sensori connessi alla rete mobile di TIM per la gestione intelligente del traffico, dei parcheggi, dell’illuminazione e della raccolta dei rifiuti, visualizzando i dati live su cruscotti.

L’alfabetizzazione digitale

Partiranno dopo l’estate le iniziative di formazione e alfabetizzazione digitale rivolte a cittadini e imprese dell’operatore, con corsi gratuiti e svolti sia on line sia nelle diverse sedi di Tim Academy e in altri spazi, per “accompagnare gli italiani – spiega l’operatore – all’utilizzo dei nuovi servizi offrendo così un sostegno concreto alla diffusione delle nuove tecnologie e al loro utilizzo nella vita quotidiana”.

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo