Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Smart Mobility

Money20/20 Europe, le novità di Verifone, Saxo Payments, Diebold, InAuth-Trunomi e Auka

Mobile4Innovation media partner dell'evento segue le novità che si susseguono sul palco di Copenaghen: tante banche, fintech e startup dedicate ai servizi del digital payment. Grande attenzione a mobile, sicurezza e accessibilità

Una immagine di Money2020 Europe Si inizia con lo sprint a Copenaghen nella prima giornata di lavori di Money20/20 Europe. I temi della usabilità, della semplicità di accesso, di sicurezza catalizzano l’attenzione che viene alimentata da una serie di annunci.

Mobile4Innovation come media partner di Money20/20 Europe  segue l’evento dedicato al Mobile payment e all’innovazione nei pagamenti in generale.

E sul tavolo non c’è solo una questione di innovazione tecnologica ma anche di design e di usabilità fisica. Ad esempio Verifone,  ha presentato Verifone Carbon, un POS che punta sulla flessibilità e sul design con caratteristiche che lo trasformano la gestione del processo di checkout in una esperienza più gradevole per i clienti. Verifone ha voluto trasformare uno strumento normalmente vissuto come high tech in una soluzione anche gradevole ed esteticamente innovativa. Verifone Carbon riflette la visione di Verifone che punta alla trasformazione della esperienza d’acquisto unendo e integrando pagamenti, applicazioni e altri servizi per i consumatori.

Saxo Payments ha approfittato di Money20/20 Europe per presentare i risultati di una ricerca esclusiva dedicata ai temi della cross border payment industry. La ricerca ha coinvolto issuers, acquirers, PSP e merchant sui temi dell’usabilità e della qualità dei servizi in termini, ad esempio di velocità nel money transfer e di international payments fee. Dalla ricerca emerge che il 63% del campione non è soddisfatto dei tempi di trasferimento del denaro, solo il 38% dei rispondenti si dicono soddisfatti dell’ FX rate per cross border payment. Con la crescita sempre più veloce dei pagamenti digitali è importante per le imprese conoscere le criticità e le potenzialità. I tradizionali strumenti di cross border bank transfer non sono più la sola soluzione disponibile ed è importante sapere se le imprese sono consapevoli delle alternative che si possono avere o se piuttosto continuano nelle loro logiche di business correndo il rischio di pagare fee superiori a quelle che possono ottenere sul mercato o ottenere livelli di servizio superiori. La ricerca mostra che le aziende intervistate sono interessate a cambiare provider nel momento in cui vedono chiari vantaggi. Nel 79,4% dei casi dichiarano che se trovassero una soluzione meno costosa cambierebbero subito provider.

InAuth e Trunomi firmano una intesa per la digital authentication. InAuth, specialista nelle soluzioni di sicurezza, nella fraud protecyion e nella digital authentication ha annunciato un accordo con Trunomi, società specializzata nella fornitura di customer-driven personal data per la realizzazione di soluzioni per la mobile customer protection onboarding e sul lifecycle management nell’ambito dei servizi finanziari. L’accordo prevede la gestione di servizi di tipo onboarding con il più alto livello di sicurezza. Trunomi e InAuth permettono alle istituzioni finanziarie di essere in totale allineamento con la General Data Protection Regulation a livello EU. L’accordo integra le soluzioni InAuth per il mondo mobile e per l’autenticazione via browser con la piattaforma data sharing di Trunomi.

Diebold ha presentato a Money20/20 Europe il nuovo mobile ATM banking concept e nuove soluzioni per la sicurezza.  La nuova soluzione di Diebold permette di gestire la distribuzione di cash senza che sia necessario disporre di monitor, card reader e tastiera per il PIN. Il nuovo concept mobile permette di utilizzare lo smartphone del cliente come interfaccia principale. Con questa soluzione si semplifica l’accesso al cash e offre una soluzione di accesso di tipo BOYD (Bring Your Own Device). Il card reader, la tastiera PIN e il monitor vengono eliminati, la transazione viene gestita utilizzando la app della banca direttamente sullo smartphone del cliente. Il cliente ha immediato accesso al cash attraverso una soluzione contactless che può essere di tipo NFC o QR Code o con riconoscimento biometrico. Questa nuova soluzione permette di ridurre lo spazio fisico dedicato all’ATM.

Auka si muove verso l’Europa e parte dalla Gran BretagnaAuka offre soluzioni di infrastruttura in modalità end-to-end per collegare istituzioni, merchant e clienti finali. Grazie ad Auka le banche possono disporre di infrastrutture, applicazioni per lanciare prodotti di mobile payment con il loro brand utilizzando i servizi Auka in forma di licenza.  I servizi di Auka arrivano in concomitanza con la fase di implementazione della PSD2 approvata dal Parlamento Europeo alla fine del 2015 nella prospettiva di aprire i sistemi di pagamento e per aumentare e regolamentare la competizione offrendo una maggiore opportunità di scelta ai consumatori. In questo senso Auka intende rispondere alle esigenze di quelle banche che hanno bisogno di rispondere alle esigenze che emergono dalla PSD2 con soluzioni quasi di tipo “off-the-shelves” che possano permettere di orientare subito i servizi nell’ottica dei clienti e nel rispetto della normativa.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>