Localizzazione in tempo reale per digitalizzare la sicurezza dei lavoratori | Internet 4 Things

Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Smart Manufacturing

Localizzazione in tempo reale per digitalizzare la sicurezza dei lavoratori

Leggero, maneggevole, soft touch e personalizzabile uTag T è il nuovo dispositivo di Ubiquicom che, grazie alle tecnologie RTLS (Real Time Locating System) GPS e Bluetooth, consente la localizzazione in tempo reale del personale contribuendo alla digital transformation della sicurezza, riuscendo così ad individuare tempestivamente potenziali rischi

uTag T è il nuovo dispositivo hardware di localizzazione indoor e outdoor che, grazie alle tecnologie RTLS (Real Time Locating System), Bluetooth e GPS, abilita la localizzazione di chi svolge attività lavorative solitarie o che comportano particolari rischi contribuendo alla digital transformation della sicurezza. E’ stata Ubiquicom, azienda italiana specializzata in soluzioni per tracking e localizzazione in real-time (come il sistema anticollisione Proximity), a progettarlo sia per la sicurezza dei lavoratori solitari (come le guardie, i metronotte, i corrieri) e operatori di servizi come i portavalori, gli steward di eventi, i bodyguard, gli operatori dell’igiene urbana e dei servizi di pulizia, che per il controllo accessi senza necessità di barriere fisiche, che per chiamate di intervento di manutenzione e rifornimen­to sulle linee di produzione. uTag T è adatto anche a migliorare la contabilità industriale perché consente di ripartire costi e contabilizzazione dei tempi di perma­nenza di determinate risorse in aree differenti.

uTag T si indossa alla cintura tramite clip oppure al collo con un lanyard, le dimensioni e la funzione portabage e il peso di soli 80 grammi rendono il dispositivo confortevole e non ingombrante. É maneggevole, soft touch e personalizzabile col logo dell’azienda o colorato. La durata della batteria copre turni anche di 12 ore e viene ricaricata semplicemente tramite cavo USB. Inoltre, è dotato di una SIM per poter lavorare sul territorio e sfruttare la rete mobile. Quando uTag T non riesce a comunicare con la rete dati (anche con reti 2G, 4G, 5G), prima di perdere la connessione lancia un SMS di allerta con tutte le coordinate dell’ultima posizione rilevata.

Il dispositivo può essere utilizzato stand alone (per le seguenti funzioni: chiamata in vivavoce, voce bidirezionale, sms con latitudine-longitudine, bottone di emergenza, tre bottoni applicativi programmabili) oppure in associazione alla piattaforma Locator che riceve i dati dal dispositivo e verifica in tempo reale il rispetto delle condizioni di sicurezza durante il lavoro. Inoltre, fornisce strumenti di analisi dei dati e reportistica, diagnostica, archiviazione e altre funzionalità avanzate personalizzabili secondo le esigenze del cliente come: monitoraggio uomo-a-terra (man-down) per un soccorso tempesti­vo; utilizzo DPI (dispositivi di protezione individuale); controllo accessi con allarme sonoro e zone riconfigurabili da software; monitoraggio composizione e interferenze delle squadre di lavoro; verifica completamento di percorsi chiusi nei tempi previsti; invio bidirezionale di segnalazioni/allarmi/chiamate; gestione evacuazioni.

 

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo