Rubriche - M2M

Cellulare e satellitare vanno a braccetto verso l’innovazione nell’automotive

La crescente domanda di soluzioni che abbinano la localizzazione GPS alla trasmissione dati cellulare ha spinto Orbcomm e Wavecom a collaborare per la…

Pubblicato il 01 Mag 2008

satellite-123632-130318171704

La crescente domanda di soluzioni che abbinano la
localizzazione GPS alla trasmissione dati cellulare ha spinto
Orbcomm e Wavecom a collaborare per la fornitura di nuovi
servizi di comunicazione. L’azienda canadese,
proprietaria del sistema di satelliti LEO (Low Earth Orbit),
progettato per fornire servizi di radiolocalizzazione e
trasmissione bidirezionale di piccole quantità di dati, e-mail
e Sms in tempo reale e con copertura globale, ha stretto una
partnership con Wavecom, società francese specializzata nella
produzione e commercializzazione di moduli wireless M2m, per
cooperare sinergicamente nella realizzazione di servizi e
dispositivi abilitanti alla comunicazione wireless sia
terrestre sia satellitare. Marc Eisenberg, Chief Operating
Officer di Orbcomm, ha dichiarato di essere molto contento
della nuova politica di Wavecom che intende promuovere servizi
dual-mode in grado di abbinare l’utilizzo della rete
satellitare di Orbcomm con le reti cellulari

terrestri utilizzate dai numerosi dispositivi wireless
M2m distribuiti in tutto il mondo da Wavecom.

L’accordo mira a soddisfare la crescente richiesta
di soluzioni a copertura globale soprattutto per i mercati
automotive e transportation, dove le tecnologie M2m trovano
ampio utilizzo. A dimostrazione della forte presenza di Wavecom
sul mercato automotive, il gruppo automobilistico Psa Peugeot
Citroën ha assegnato un premio per l’innovazione al
nuovo sistema embedded SIM della società, chiamato
“inSIM”, basato sull’integrazione della SIM
cellulare nel modulo di comunicazione.

Le caratteristiche che contraddistinguono la soluzione
sono la robustezza e la resistenza del dispositivo di
comunicazione alle vibrazioni, all’umidità e alle alte
temperature. Ciò garantisce, soprattutto nel mercato
automotive, il corretto funzionamento del modulo M2m anche in
condizioni climatiche estreme e riducono il rischio di
malfunzionamenti e di ritardi nei tempi di trasmissione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2