Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile Wearable

Qualcomm punta sui Droni sfruttando l'expertise nel mondo Mobile

Rilasciata Snapdragon Flight, una board per il controllo di robot e velivoli senza pilota. La società sfrutterà le proprie tecnologie - tra cui real time flight control, navigazione satellitare e ricarica veloce della batteria - per facilitare la produzione di dispositivi più leggeri e facili da usare

La nuova Snapdragon Flight di QualcommIl futuro di Qualcomm guarda sempre più anche al mondo dei droni. Qualcomm Technologies in particolare, il braccio operativo del gruppo, ha lanciato Snapdragon Flight, una board ottimizzata in particolare appunto per il mondo dei droni e per il settore della robotica. Si tratta di una soluzione basata sul processore Snapdragon 801 che mette a disposizione una forte capacità di connettività, oltre a software e tool di sviluppo progettati per assolvere alle richieste di funzionalità e di performance che attengono al mondo dei droni.

La produzione dei droni è caratterizzata da una elevata complessità e da fortissime esigenze di integrazione. I prodotti sono costituiti da una ricca serie di componenti che provengono da diversi produttori e che chiedono forti competenze a livello di progettazione e integrazione. Basti pensare a temi come la navigazione, la gestione di azioni specifiche da parte del mezzo, le riprese video e fotografiche piuttosto che la stessa sensoristica di bordo o le performance legate alla gestione della durata della batteria.

Qualcomm intende affrontare questo mercato sfruttando le competenze sviluppate nel mondo Mobile allo scopo di concentrare nella piattaforma Snapdragon Flight il maggior numero di funzionalità all’interno di una unica scheda, con l’obiettivo di mettere a disposizione degli OEM una soluzione che permette di progettare droni più leggeri, di minori dimensioni, più facili da usare e con una migliore ottimizzazione anche in termini di durata della batteria. La strategia di Qualcomm si completa con l’accordo raggiunto con Yuneec, una delle società statunitensi che da tempo progetta e produce droni sia per il settore consumer sia per il mondo professionale. Yuneec sarà dunque una delle prime compagnie a utilizzare la Snapdragon Flight e i primi prodotti sono in programma per il 2016.

La Snapdragon Flight mette a disposizione caratteristiche come il real-time flight control, la connettività Qualcomm 2×2 Wi-Fi and Bluetooth e dispone del sistema di navigazione satellitare (GNSS) ottimizzato per supportare il positioning con la massima precisione. Lo Snapdragon Flight dispone anche del supporto per Videocamere in 4K. La tecnologia Qualcomm Quick Charge è poi in grado di gestire la ricarica veloce della batteria.

Il mercato dei droni è già oggi una realtà in una serie di settori come le riprese aeree, le riprese sportive o giornalistiche, dove la capacità di supportare la risoluzione 4K risulta particolarmente importante. Ma ci sono tutta una serie di settori nei quali lo sviluppo di droni ad elevate performance ma soprattutto in grado di gestire specifiche funzionalità rappresenta il punto di svolta per la attivazione di nuove modalità di organizzazione del lavoro e nuovi servizi. In particolare il mondo dell’agricoltura e dell’agricoltura di precisione rappresenta un mercato di straordinaria importanza, e così pure i settori della logistica, delle consegne e della sicurezza.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>