Expo 2015: accessi Rfid, Nfc e QR Code con Came | Internet 4 Things

Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Mobile Wearable

Expo 2015: accessi Rfid, Nfc e QR Code con Came

Lo specialista italiano di home & building automation ha presentato il sistema che controllerà i 250 tornelli della manifestazione milanese, gestendo circa 140mila ingressi al giorno per sei mesi

Per Expo 2015, l’Esposizione Universale che si terrà a Milano nel periodo maggio-ottobre 2015, sono previsti oltre 20 milioni di visitatori da tutto il mondo. Nei sei mesi dell’evento, quindi, ogni giorno circa 140 mila persone – l’equivalente della popolazione di una città come Brescia – varcheranno i cancelli del sito espositivo, grande come circa 150 campi da calcio, per visitare i padiglioni. Ma in alcuni momenti di picco, come per esempio le prime due ore di apertura della manifestazione, si potrà arrivare anche a 250mila persone.

Came, la multinazionale specialista di home & building automation con quartier generale a Treviso, in qualità di partner tecnologico di Expo Milano 2015 ha sviluppato un innovativo modello di controllo accessi per la sorveglianza, il comando e la regolazione dei dispositivi di automazione degli ingressi pedonali e veicolari, dei parcheggi, dei padiglioni e delle altre infrastrutture del sito espositivo per regolare l’entrata di operatori e visitatori.

La soluzione di Came si inserisce nel progetto della Digital Smart City di Expo Milano 2015 ed è stata studiata, spiega un comunicato, per anticipare i bisogni del territorio e lasciare in eredità alla città, al termine dell’evento, un modello tecnologico all’avanguardia, sia per le strutture sia per le infrastrutture urbanistiche. Si tratta di un sistema totalmente nuovo, in grado di dialogare con le tecnologie di controllo, sicurezza, sorveglianza e connettività più efficienti presenti oggi sul mercato.

Gli accessi perimetrali del sito espositivo saranno controllati da 250 tornelli automatici, 40 dei quali sono stati progettati ad hoc per gestire l’ingresso dei visitatori disabili. La fornitura si completerà con l’integrazione di automazioni per cancelli scorrevoli e per barriere stradali e con 80 dissuasori per la protezione e la selezione delle entrate perimetrali di passaggi carrai.

Dal punto di vista tecnologico il sistema messo a punto da Came si incentra su un nuovo tornello progettato ad hoc per Expo Milano 2015, in grado di leggere tutti i tipi di titoli d’ingresso, in formato cartaceo, QR Code, RFID o NFC, e consentire l’accesso dei visitatori e degli espositori anche da mobile, utilizzando smartphone e tablet. Pensato per integrarsi con le tecnologie di tutti i partner di Expo Milano 2015, ciascun tornello è, inoltre, dotato di un software per la lettura biometrica che permette l’ingresso esclusivamente a personale qualificato e abilitato. Il design di questo prodotto è stato studiato per comunicare con i visitatori, anche attraverso segnalazioni luminose, rendendo più rapida la fase di accesso, riducendo code e lunghe attese. Il sistema integrato di controllo accessi potrà essere monitorato anche attraverso 100 dispositivi palmari.

Came svilupperà soluzioni tecnologiche specifiche anche per i padiglioni dei Paesi Partecipanti al fine di agevolare l’entrata dei visitatori, in relazione alla diversa esigenza di fruibilità degli spazi.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo