Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile App

Cambio di rotta per il lancio italiano dell’iPhone

L’iPhone sbarcherà anche nel nostro Paese. Il telefonino prodotto da Apple farà il suo ingresso sul mercato italiano legandosi a due operatori...
L’iPhone sbarcherà anche nel nostro Paese. Il telefonino
prodotto da Apple farà il suo ingresso sul mercato italiano
legandosi a due operatori telefonici, Telecom Italia e Vodafone:
diversamente da quanto finora accaduto negli altri Paesi,
infatti, è caduto il vincolo di esclusività con un’unica
Telco.
Conseguentemente, anche Wind e 3 Italia stanno valutando
l’opportunità di replicare l’accordo. Sebbene i
comunicati stampa ufficiali di Telecom Italia e Vodafone parlino
di lancio entro fine anno, gli addetti ai lavori prevedono
l’inizio delle vendite dell’iPhone già nel mese di
giugno. Il Gruppo Vodafone ha, invece, siglato un accordo a
livello internazionale, che prevede la vendita di iPhone in
Italia e in altri nove paesi entro il 2008.
Una delle leve che condiziona il lancio sembra essere il rilascio
della versione 3G dell’iPhone, sulla quale puntano gli
operatori italiani. Al momento in cui scriviamo, non si hanno
ancora indicazioni sul prezzo di lancio del terminale. Saranno,
infatti, le politiche e gli accordi commerciali a stabilire
pricing e modalità.
Infine, secondo alcuni rumors di mercato, il lancio in Italia
sembra non prevedere la modalità in “revenue
sharing” sul traffico dati contrattualizzata con tutte le
Telco internazionali, così come sembra probabile
l’eliminazione della Sim lock.
CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>