L’infomobilità urbana potrebbe far risparmiare

Una ricerca diffusa  recentemente dall’Aci  (Automobile  Club d’Italia), che ha avuto  ampio riscontro sulla  stampa…

Pubblicato il 01 Mag 2009

Una ricerca diffusa recentemente dall’Aci
(Automobile Club d’Italia), che ha avuto
ampio riscontro sulla stampa italiana, ha svelato
come il traffico nelle maggiori città italiane
incide in modo preoccupante sul tempo e sui costi
dei cittadini. Il tempo trascorso in auto secondo
Aci da parte degli automobilisti italiani è di
circa 500 ore all’anno a Roma e a Milano, 450
a Torino e 380 a Genova. Aci, attraverso dati
raccolti da vetture attrezzate con dispositivi di
localizzazione Gps, ha inoltre quantificato quanto
incide la congestione urbana sulla mobilità degli
italiani: per quanto riguarda Roma e Milano lo
spostamento medio, in città, ha una durata di
circa 60 minuti, metà dei quali persi mediamente
in code e rallentamenti.

Aci stima che questo tempo “perso” nel
traffico da parte degli automobilisti italiani
possa avere il valore di 40 miliardi euro. Ma
l’indagine di Aci non si ferma qui.
Attraverso un’elaborazione prospettica dei
dati, Aci stima come il beneficio che si otterrebbe
attraverso un sistema di gestione
dell’infomobilità urbana permetterebbe una
riduzione fino al 40% dei livelli di congestione,
che corrispondono a circa 16 miliardi di
euro. Ma quali dovrebbero essere le caratteristiche
di un sistema per la gestione
dell’infomobilità?

Secondo Aci, un sistema di infomobilità urbana
dovrebbe in primo luogo consentire una
raccolta centralizzata dei dati, provenienti dai
sistemi di rilevazione dei vari enti coinvolti, in
primo luogo gli amministratori
dell’infrastruttura come Anas, Autostrade, i
comuni. Successivamente, la diffusione, sempre
centralizzata, delle informazioni agli utenti,
attraverso fonti informative diversificate, dalla
radio, ai sistemi di navigazione satellitare, ai
siti Internet, fruibili da pc o dispositivi mobile,
che consentono di pianificare il proprio itinerario
in base alla condizione del traffico in tempo
reale. E a proposito di siti internet, Aci, in
collaborazione con la Polizia Municipale di Roma,
ha messo a punto il sito internet www.roma.
luceverde.it, dove pianificare il tragitto urbano
con un quadro aggiornato degli eventi sul percorso,
che potrebbe funzionare da modello di riferimento
per le iniziative future in questo ambito.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3