Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.IoT Library

Stampa 3D, HP si espande in Europa con Jet Fusion

Giornata ricca di annunci per la compagnia in occasione del TCT Show 2017. Clienti e partner in aumento, nuova partnership globale con Henkel e rete di Experience Center in espansione

Crescente adozione delle proprie soluzioni di stampa 3D nel mercato europeo, con numerosi nuovi clienti leader di settore, community di rivenditori in espansione e nuovi 3D Printing Reference and Experience Center sul territorio europeo. Oltre a un consolidamento del rapporto con Henkel, azienda leader a livello globale nella produzione di soluzioni ad alto impatto, che diventerà il primo rivenditore globale delle soluzioni di stampa Jet Fusion 3D.

È stata una giornata ricca di annunci e novità quella vissuta da HP in occasione del TCT Show 2017, una delle più grandi conferenze al mondo dedicate alla tecnologia di Additive Manufacturing e alla stampa 3D. “Siamo entusiasti di fronte alla risposta iniziale alle soluzioni di stampa Multi Jet Fusion 3D di HP in Europa e all’idea di collaborare con i nostri clienti per aiutarli a espandere gli ambiti di utilizzo e le applicazioni ben oltre i limiti delle soluzioni di Additive Manufacturing tradizionali”, ha commenta Emilio Juarez, responsabile vendite della divisione HP 3D Printing Business per l’area Emea, sottolineando l’espansione della comunità di partner e clienti in Europa.

La soluzione di stampa Jet Fusion 3D sviluppata da HP promette di realizzare componenti fisici di qualità superiore con una velocità fino a 10 volte superiore e un costo dimezzato rispetto ai sistemi di stampa 3D attuali. Innovazione che iniziano ad utilizzare alcune grandi aziende internazionali leader dei propri settori come Bmw Group, Jabil, Johnson & Johnson e Nike, desiderose di trasformare le proprie operazioni di produzione per un futuro completamente digitale. Numerosi clienti europei, ricorda HP, di recente hanno adottato Multi Jet Fusion per aumentare l’innovazione, accelerare il time-to-market, ridurre i costi e gli sprechi e migliorare la competitività nell’attuale economia globale orientata al digitale. La lista è lunga e include tra gli altri: Danfoss Group, l’azienda danese leader nel settore tecnologico che offre soluzioni per le infrastrutture, gli approvvigionamenti alimentari, l’efficienza energetica e l’ecocompatibilità; Eth Zurich, una delle università scientifiche e di ingegneria più importanti al mondo; Jaguar-Land Rover, il più grande produttore di veicoli nel Regno Unito; Ktm, il produttore austriaco di moto e auto sportive; il Centro Nazionale per l’Additive Manufacturing del Manufacturing Technology Center, il centro di ricerca britannico specializzato nello sviluppo di processi e tecnologie per la produzione.

Al TCT Show 2017 HP ha anche annunciato che Henkel diventerà il primo rivenditore globale delle sue soluzioni di stampa 3D. La divisione di Henkel, Adhesive Technologies, leader a livello globale nella produzione di soluzioni ad alto impatto con un’ampia conoscenza di materiali adesivi, sigillanti e rivestimenti funzionali in vari settori e mercati, fa già parte della comunità open di HP per i materiali 3D e mette al servizio delle aziende più innovative del mondo la sua esperienza nell’ambito della produzione tradizionale. I tecnici di Henkel collaborano attivamente con HP nel 3D Open Materials and Applications Lab di Corvallis, in Oregon, e si avvalgono dell’Mdk (Materials Development Kit) 3D di HP, unico nel suo genere, per accelerare lo sviluppo e la qualificazione delle nuove soluzioni.

“HP ha una posizione di leadership nel settore della stampa 3D (leggi l’articolo Che cos’è il 3D Printing (o additive manufacturing) e, con l’introduzione nel nostro portafoglio dei servizi di Additive Manufacturing, siamo entusiasti all’idea di diventare il primo rivenditore globale delle soluzioni di stampa Jet Fusion 3D di HP – ha dichiarato Philipp Loosen, Head of 3D Printing at Henkel Adhesive Technologies -. Siamo ansiosi di approfondire la nostra collaborazione con HP, sviluppare materiali e soluzioni di stampa 3D ancora più innovativi per i nostri clienti e incrementare il valore per le applicazioni finali”.

Negli ultimi tempi HP ha inoltre assistito alla crescita dei Service Bureaus che in Europa scelgono HP JetFusion per la produzione 3D su vasta scala. Partendo dall’adozione da parte di importanti fornitori di servizi come Materialise e Shapeways,  HP ha non a caso annunciato un’imponente espansione a livello europeo con più di due dozzine di nuove installazioni in Austria, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito con Service Bureaus 3D Prod, 3D Tech, 3iD, Axis Hello, Barel, Cnc-Automation Würfel, Comelec, Creabis, Digital Mechanics, Ficep 3D, Fkm Sintertechnik, Gremod, Hofman Innovation Group, industrialpartners, Kurz, Mausa, Optimus 3D, Pantur, Polifluor, Prodartis AG, Prototal, Sculpteo, Sinthesi Engineering, Skorpion Engineering, Thinktec3D, Topp, Vännäs Verkstad, Weerg, WorldTooling, Zare e ZiggZagg sia per la produzione 3D su vasta scala che per la creazione rapida di prototipi.

Sempre in Europa HP si appresta poi ad aprire nuovi 3D Printing Reference and Experience Center. Dopo il debutto avvenuto nei primi mesi del 2017 in Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna e Regno Unito, HP e i relativi partner oggi hanno oltre 25 3D Printing Reference and Experience Center con nuove aperture in Austria, Danimarca, Portogallo e Svezia. Spazi che consentono alle aziende di impiegare le soluzioni per la stampa Jet Fusion 3D di HP negli scenari di produzione. Il testing e la qualificazione dei nuovi casi di utilizzo per la stampa 3D avvengono in ambienti controllati, garantendo ai clienti un modo più semplice ed economico per passare dalla creazione di prototipi alla produzione 3D su vasta scala.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016