Industria 4.0

Continua la collaborazione Siemens-Confindustria per la trasformazione digitale dell’industria manifatturiera

Rinnovato l’accordo “Smart Factory Siemens – 100 Giornate Evolution 2023”. Il Digital Enterprise Experience Center (DEX) di Siemens a Piacenza sarà ancora la sede delle attività di formazione, sia in presenza che online, insieme alla rete dei Digital Innovation Hub (DIH) di Confindustria

Pubblicato il 17 Mar 2023

industry-4.01

320 aziende e oltre 550 partecipanti: sono i risultati della collaborazione tra Siemens Digital Industries Italia e Confindustria che, iniziata nel 2018, continuerà per un altro anno a promuovere la trasformazione digitale delle imprese manifatturiere. L’accordo “Smart Factory Siemens – 100 Giornate Evolution 2023” è stato rinnovato alla presenza di Giuliano Busetto, Head of Digital Industries di Siemens Spa e Presidente di Siemens Industry Software Srl, e Maurizio Marchesini,Vice Presidente di Confindustria per le Filiere e Medie Imprese.

Il cuore dell’accordo è perfettamente coerente con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e si basa sulla condivisione di casi concreti di applicazione delle tecnologie digitali per l’industria manifatturiera e percorsi di formazione personalizzati in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle aziende, con focus su realtà aumentata, edge computing, intelligenza artificiale, digital twin fino al metaverso industriale.

Siemens e Confindustria collaborano per sostenere l’Industria 4.0

In particolare, Siemens offrirà alle imprese di Confindustria e ai Digital Innovation Hub (DIH) la possibilità di organizzare 100 giornate dedicate alla conoscenza dei vantaggi della digitalizzazione per le imprese manifatturiere interessate ad approfondire e investire nelle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0. Da qui il nome dell’accordo.

A seguito di assessment sulla loro maturità digitale – coordinati e svolti nei DIH di Confindustria dislocati sul tutto il territorio Italiano – le imprese verranno poi indirizzate e accreditate presso il Digital Enterprise Experience Center (DEX) di Piacenza.

Si tratta di un centro di eccellenza e modello di Smart Factory, dove avranno l’opportunità di aggiornarsi rispetto alle innovazioni tecnologiche, di acquisire il background tecnico culturale indispensabile per attuare il proprio rinnovamento e soprattutto dove potranno testare e conoscere le tecnologie di controllo, di progettazione e di simulazione digitale applicate alle macchine automatiche, macchine utensili, stazioni con robot e isole industrial software.

Il Digital Enterprise Experience Center di Siemens per toccare con mano la Smart Factory

Come ha spiegato Giuliano Busetto, Head of Digital Industries di Siemens Spa e Presidente di Siemens Industry Software Srl “Per mettere a frutto il nostro contenuto tecnologico, assicurando un ritorno dell’investimento positivo, rapido e a basso rischio, servono luoghi fisici e virtuali in cui sperimentare e realizzare progetti pilota, senza timore di commettere errori. Una sorta di “palestra”, in cui gli imprenditori possono accedere alle tecnologie in un ambiente protetto, supportati da esperti. In quest’ottica, metteremo a disposizione il nostro Digital Enterprise Experience Center (DEX) di Piacenza. Immaginiamo una smart factory allestita con macchine di produzione, centri di lavoro, robot, magazzino automatico, workstation per la progettazione e la simulazione. Tutto completamente connesso al cloud, cybersicuro, ed efficientemente monitorato dal punto di vista energetico, con uno staff di specialisti, in grado di affiancare le imprese nella realizzazione di progetti di trasformazione digitale”.

La missione chiave del DEX è proprio quella di far comprendere i vantaggi di innovazione e digitalizzazione portati all’industria manifatturiera, interagendo con macchine e applicazioni reali, e sviluppare soluzioni su misura per PMI come per grandi aziende.

Il ruolo dei Digital Innovation Hub di Confindustria per sensibilizzare le PMI

“Grazie alle misure 4.0 di supporto agli investimenti, alla creazione di competenze e all’attività di ricerca e innovazione, in questi anni tante imprese hanno innovato processi produttivi e modelli di business. Ma ne abbiamo ancora tante, soprattutto PMI, da coinvolgere in questo percorso – ha commentato Maurizio Marchesini Vice Presidente di Confindustria per le Filiere e Medie Imprese – Mentre proseguiamo il dialogo con il Governo per rafforzare e rendere più efficace il Piano 4.0, continuiamo a lavorare per avvicinare le imprese all’innovazione digitale. In questi anni, infatti, i nostri Digital Innovation Hub hanno accompagnato e supportato oltre 300 aziende, tante visite virtuali sono state organizzate anche durante il lock down e l’interesse per questi temi rimane alto. Crediamo che testare le tecnologie, conoscere le loro possibili applicazioni, vedere linee produttive in funzione sia il modo più diretto ed efficace per sensibilizzare le aziende e spingerle a innovare

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3