Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.IoT

IoT, una occasione di crescita per le start-up

Lanciato, in partnership con Cisco, Compagnia di San Paolo, Inwit, Irideos, Melita e UnipolTech, il programma di accelerazione Magic Spectrum rivolto a start-up e scale-up italiane ed europee che realizzino servizi e prodotti B2B, B2C o B2B2C in uno dei segmenti chiave del 5G e dell’IoT: smart home & building, smart mobility, smart factory, retail & logistics, agrifood, health, wellness. La deadline è il 21 gennaio 2022.

Il termine Internet of Things negli ambienti tecnici viene coniato per la prima volta circa 20 anni fa, ma è dal 2010, grazie da un lato alla diffusione di dispositivi di massa come gli smartphone e dall’altro all’idea della smart factory, dell’interconnessione fra macchine, che sono nati attorno all’IoT progetti e iniziative che hanno portato alla creazione del mercato consumer e dell’industry 4.0. La nostra esperienza di investimento nel settore IoT ci ha permesso di seguire da molto vicino gli ostacoli reali che le start-up operanti in questo contesto hanno dovuto affrontare per proporre le proprie soluzioni al mercato. In questo contesto è stato lanciato, in partnership con Cisco, Compagnia di San Paolo, Inwit, Irideos, Melita e UnipolTech, il programma di accelerazione Magic Spectrum rivolto a start-up e scale-up italiane ed europee che realizzino servizi e prodotti B2B, B2C o B2B2C in uno dei segmenti chiave del 5G e dell’IoT: smart home & building, smart mobility, smart factory, retail & logistics, agrifood, health, wellness.

IoT e normative sulla privacy

Oggi sappiamo che le aspettative – a suo tempo altissime rispetto al numero di device che sarebbero diventati interconnessi entro il 2020 – sono state fortemente limitate dall’inadeguatezza della connettività e da ambiti applicativi acerbi. Un altro limite con il quale hanno dovuto confrontarsi tanto le startup quanto i grandi player che si occupano di IoT, è stato quello legato alle normative sul rispetto della privacy: c’è stato infatti un periodo in cui le startup avevano come parte del loro piano i ricavi derivanti dalla vendita dei dati, a cui è seguito un periodo di incertezza su cosa si potesse e non si potesse fare, per arrivare a oggi, in cui la situazione, a riguardo, è decisamente più chiara. Il claim dell’Internet delle Cose nasceva anche sulle promesse delle reti e tecnologie 4G, non propriamente mantenute, l’impegno verrà invece mantenuto dal 5G: si tratta di una rivoluzione più che di un nuovo standard, basti pensare che il “pairing” tra due dispositivi non richiederà più alcuna configurazione, grazie alla connessione integrata.

WHITEPAPER
Analytics e Big Data per la gestione di una piattaforma sull'HSE Management 4.0
Big Data
Software

In un mondo profondamente influenzato dai cambiamenti legati alla pandemia da Covid-19, la crescita del 5G e delle tecnologie LPWA avrà pertanto un ruolo cruciale per l’Internet of Things, supportando consumatori e aziende nel loro business quotidiano. Il traffico dati globale ha registrato una crescita del 60% nel 2020, con 1 miliardo di persone che ora vive nelle aree di copertura 5G[1], mentre il mercato IoT consumer globale raggiungerà 1,6 trilioni di euro entro il 2025[2]. Un trend che sembra confermato dagli investimenti nelle startup europee che operano nel settore IoT e che fra il 2020 e la prima metà del 2021 hanno raccolto oltre 3,5 miliardi di euro, con acquisizioni significative[3].

start-up

Magic Spectrum: un programma di accelerazione per l’ambito 5G e IoT

Magic Spectrum è il programma di accelerazione rivolto a start-up e scale-up italiane ed europee che realizzino servizi e prodotti B2B, B2C o B2B2C in uno dei segmenti chiave del 5G e dell’IoT: smart home & building, smart mobility, smart factory, retail & logistics, agrifood, health, wellness. Magic Spectrum è stato lanciato in partnership con Cisco, Compagnia di San Paolo, Inwit, Irideos, Melita e UnipolTech e prevede investimenti fino a 200 mila euro per le start-up che entreranno a far parte del programma.

L’iniziativa prevede tre batch di accelerazione che si sviluppano su un piano triennale, strutturata in una partnership che include le più importanti aziende a livello nazionale ed europeo nel loro settore di riferimento, esperti di prodotto e investitori istituzionali, con lo scopo di creare un hub italiano per investire, testare e fornire soluzioni tecnologiche e indirizzarle rapidamente verso il loro mercato di riferimento. Cerchiamo soluzioni in questi mercati verticali già esistenti, poiché diventeranno sempre più determinanti e, di conseguenza, di grande valore.

Le start-up interessate possono inviare la propria candidatura tramite il sito della call fino al 21 gennaio. Successivamente, sarà individuata una shortlist di circa 20 start-up che saranno invitate a presentare i propri progetti a una giuria composta da tutti i partner del programma per il Pitch Day. Verranno selezionate fino a 15 start-up che avranno accesso al programma di accelerazione composto da due fasi: “Discovery” e “Validation” della durata di circa due mesi ciascuna. Al termine della prima fase saranno scelte le otto start-up che entreranno nella fase finale del programma e sulle quali si punterà con gli investimenti.

start-up

Il panorama delle start-up IoT

In preparazione di Magic Spectrum è stato avviato lo scouting a livello europeo per comprendere le nuove tendenze e i verticali sui quali le startup stanno lavorando e sono state già individuate diverse soluzioni molto competitive nell’ambito della cybersecurity e della manutenzione predittiva.

Rispetto al primo trend, le start-up sono impegnate nel testare il livello di sicurezza informatica dei dispositivi, che possono essere tanto uno smartphone o tablet, quanto una macchina. Ciò è di grande interesse per le aziende che producono questi dispositivi, che oltre a fare i propri controlli, si appoggiano a società terze affinché certifichino il livello di sicurezza; un mercato enorme e in continua evoluzione, che va di pari passo con l’aumento delle minacce informatiche.

L’ambito della manutenzione predittiva abbraccia invece una serie piuttosto ampia di contesti applicativi: si va dai software che, per esempio, sono in grado di controllare da remoto se la batteria di un mezzo di trasporto pubblico ha dei problemi e si rischia di interrompere il servizio e creare disagi sulla rete, permettendo un intervento immediato, fino ad applicazioni sviluppate in maniera specifica per gli ascensori di grandi condomini e ospedali o al monitoraggio della performance di macchinari che fanno parte di una catena di montaggio all’interno di una fabbrica.

La ricerca e la valutazione delle start-up vengono svolte con particolare attenzione sulla componente di software, che per i partner di Magic Spectrum rappresenta il principale valore all’interno della soluzione o del prodotto ideato dalle start-up.

 

Note

  1. Fonte: Ericsson Mobility Report June 2021
  2. Fonte: Statista “Forecast end-user spending on IoT solutions worldwide from 2017-2025”
  3. Dati estratti dal database Dealroom

 

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo