Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Cloud

VMware al #Mwc18: focus su Iot, edge computing e 5G

Gli annunci al Mobile world congress di Barcellona: partnership con Axis e Wipro limited sulle nuove frontiere dell’Internet of things, assistenza ai communications service provider nel passaggio al nuovo standard mobile e nella creazione dei telco distributed clouds

E’ una partecipazione al Mobile world congress all’insegna dell’innovazione e delle tecnologie che terranno banco nei prossimi mesi e nei prossimi anni per VMware, che ha portato a Barcellona il meglio delle proprie soluzioni per le aziende e i telco service provider. A partire dall’estensione delle possibilità dell’Internet of things grazie a nuove soluzioni di Edge computing, in partnership con Axis communications e Wipro limited, per specifici casi d’uso come l’asset management e la smart suveillance. Tra gli esempi portati al salone in Catalogna da VMware ci sono le soluzioni per l’utilizzo dell’IoT indusrtrial remote, ad esempio per l’ottimizzazione del pozzo petrolifero, le reti di utility, le smart city. E poi negli stabilimenti e impianti a supporto di reti chiuse, ambienti interni rinforzati, e nel campo delle filiali e dell’in-store, a supporto di requisiti di spazio e alimentazione unici e coordinati in molti negozi.
“L’IoT – spiega VMware in una nota –  introduce uno sviluppo inaspettato nel modello di data center/cloud centralizzato di oggi. È necessaria una nuova classe di infrastrutture edge convenienti per elaborare gli input di dati da milioni o persino miliardi di endpoint IoT che sono separati dal data center principale o dal cloud pubblico in base alla larghezza di banda. Questa nuova infrastruttura deve essere semplice da gestire, economicamente efficace e scalabile per consentire alle installazioni edge di crescere nel tempo”.

Tra i casi d’uso principali sono in campo le collaborazioni con Axis Communications e Dell Emc per la Smart Surveillance: proteggere tramite telecamere IP e router 4G / LTE proprietà, negozi e dipendenti.  Inoltre VMware, Dell Technologies e Wipro Limited collaborano a una soluzione IoT per il settore manifatturiero e a servizi di Asset Management: “Il settore manifatturiero – spiega VMware – può utilizzare la piattaforma IoT di Wipro e le funzionalità di analisi per l’elaborazione dei dati in tempo reale e per l’analisi di guasti predittivi per dispositivi e apparecchiature sul pavimento di produzione. VMware Pulse IoT Center aiuta a gestire, monitorare e proteggere risorse e dati nelle strutture e nell’infrastruttura di bordo. Combinando la piattaforma IoT completa di Wipro e le capacità di analisi con il Pulse IoT Center di VMware, i clienti hanno accesso a una soluzione completa e senza soluzione di continuità”.

Inoltre, in collaborazione con la National Science Foundation (Nsf) VMware ha annunciato un nuovo investimento sull’infrastruttura dati Edge Computing per la ricerca nell’architettura di sistemi di rete end-to-end che include infrastrutture edge. VMware finanzierà due premi per un totale di 6 milioni di dollari per gli studenti delle facoltà universitarie statunitensi.

 I Telco service provider e la transizione verso il 5G

 Quanto alla collaborazione con i Communications service provider, a Barcellona la società ha illustrato come il proprio portafoglio di soluzioni stia aiutando i communication service provider a prepararsi all’imminente arrivo del 5G, dove la capacità di costruire e lanciare rapidamente nuovi servizi sarà fondamentale. “Lavorando con VMware – si legge in una nota – , i clienti possono accelerare la trasformazione e la modernizzazione della rete con la virtualizzazione delle funzioni di rete (Nfv) per supportare l’erogazione efficiente di versioni virtualizzate di servizi correnti come Voice over Lte (VoLte), IP Multimedia Subsystem (Ims) e core del pacchetto evoluto (Epc ).

“I Csp devono offrire servizi nuovi e differenziati più velocemente in un modello on-demand per oggi e per il futuro del 5G. Ciò richiederà una transizione verso un’infrastruttura virtualizzata cloud-based e un modello di erogazione del servizio che sia agile, automatizzato, aperto e definito dal software – spiega Shekar Ayyar, executive vice president and general manager Telco Group della società – VMware offre una piattaforma software innovativa e production-proven con 20 anni di esperienza nella virtualizzazione e nel cloud per aiutare a guidare i Csp e le società di telecomunicazioni nel cloud distribuito di prossima generazione. Fare questa transizione consentirà ai CSP di guidare la crescita, migliorare le prestazioni della bottom-line e mantenere e accrescere sia i loro clienti consumer che enterprise”.

I communication sevice provider e la creazione di Telco distributed clouds

 Durante il salone di Barcellona VMware ha anche mostrato come grazie alla piattaforma Nfv a ai nuovi servizi basati sul cloud le telco siano facilitate a evolversi diventando Agile Cloud Provider: che tradotto in termini più semplici vuol dire creare nuovi flussi di entrate, aprirsi a nuove opportunità nel settore, ridurre i costi e migliorare la soddisfazione complessiva del cliente diventando fornitori agili di servizi.

“I Csp richiedono la transizione verso un’infrastruttura virtualizzata basata sul cloud e un modello di delivery del servizio agile, automatizzato, aperto e sicuro: un passaggio a quello che definiamo Telco distributed clouds – spiega Gabriele Di Piazza, vice president of solutions, telco Nfv group dell’azienda – VMware consente ai Csp di creare cloud distribuiti per le Telco ad alte prestazioni, agili e aperti sfruttando le tecnologie Nfv e Sdn che offrono un’infrastruttura e operation coerenti. VMware offre un’infrastruttura ottimale per tutte le applicazioni e i servizi di telecomunicazione personalizzati, pacchettizzati, virtualizzati, cloud-native e SaaS, e consente ai Csp di fornire tali applicazioni in modo sicuro a qualsiasi endpoint dei Telco distributed clouds. Tutto questo include cloud privato, cloud pubblico, branch, micro data center edge, gateway o utente finale”.

CATEGORIE:

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 giugno 2017