Connected car, Lamborghini si affida all’IoT Vodafone

Obiettivo della partnership: inserire nuovi servizi di connettività in più di 190 Paesi per le auto supersportive del marchio di Sant’Agata bolognese. Nicola Porciani: “Impegnati a creare esperienze innovative e tecnologicamente avanzate per i nostri clienti”

Pubblicato il 27 Feb 2018

Lamborghini-Vodafone

Fornire la migliore esperienza di sempre nel campo dell’infotainment in una vettura supersportiva. Nasce con quest’obiettivo la partnership globale tra Vodafone e Automobili Lamborghini per la connected car: le due società collaboreranno per inserire la connettività a livello globale nel marchio iconico delle quatto ruote di Sant’Agata bolognese,  che unisce il design e tecnologie meccaniche all’avanguardia.

A partire dal 2019, si legge in una nota di Vodafone, i proprietari di una Lamborghini potranno migliorare la loro esperienza di viaggio grazie all’accesso al network di Internet of Things (IoT) a livello mondiale dell’operatore, e fruire di connettività in più di 190 paesi.

 “Questo è un esempio meraviglioso  – afferma Stefano Gastaut,  global director di IoT di Vodafone – di come due leader nei rispettivi campi possano unire le forze per creare qualcosa che possa veramente cambiare l’esperienza per i clienti e contribuire a migliorare il servizio fornito dalla società”.

“La rivoluzione della connettività in campo automobilistico è un settore entusiasmante – aggiunge Nicola Porciani, responsabile di Connected Car della casa automobilistica – In Lamborghini ci impegniamo per creare un’esperienza innovative per i nostri clienti e assicurare loro l’accesso alle tecnologie più avanzate. Questo progetto con Vodafone ci garantirà il mantenimento della nostra tradizione di eccellenza e innovazione”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2