Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Smart Building

La IoT Security Foundation apre un tavolo di lavoro sullo smart building

Annunciato un nuovo tavolo di lavoro per l'associazione che si occupa di sicurezza nelle applicazioni Internet of Things: il focus, questa volta, è sul mercato enterprise e nello specifico nello smart building

Nata nel 2015  nel Regno Unito, la Internet of Things Security Foundation (IoTSF) ha come missione contribuire a rendere sicuro l’IoT, così da favorirne la diffusione e massimizzarne i benefici, attraverso la condivisione di conoscenza e buone pratiche.
Conta un centinaio di membri, tra i quali figurano, oltre ai player specifici del comparto, anche realtà quali IBM, Intel, ARM, Vodafone, BT, Huawei, Infineon, Symantec o Philips, tanto per citarne alcune.

Nella IoT Security Foundation i tavoli di lavoro per la sicurezza nell’IoT

Col tempo, l’associazione ha organizzato le proprie attività in tavoli di lavoro, così da indirizzare in modo più mirato i singoli ambiti della security nel mondo dell’Internet delle Cose.
Così, c’è un tavolo di lavoro dedicato alla certificazione, il cui obiettivo è stabilire requisiti accessibili e dal costo contenuto per l’autocertificazione dei dispositivi IoT. Compito di questo gruppo di lavoro è mantenere e aggiornare l’IoT Security Compliance Framework.

Un secondo tavolo si occupa in modo specifico di prodotti connessi per il mercato consumer, mentre un testo, costituitosi questa estate, lavora sulla validazione e sui test di compliance.
Due ulteriori gruppi hanno un approccio un po’ più onnicomprensivo alla sicurezza nell’IoT: uno ha il compito di individuare le vulnerabilità di sicurezza nei prodotti e nei servizi e definire un framework di best practice sia per i ricercatori sia per le imprese; l’altro mappa le applicazioni IoT a livello di sistema, per meglio comprendere dove potrebbero annidarsi le vulnerabilità e agire di conseguenza.
Un ultimo gruppo si occupa infine del “Trust”, dunque delle modalità e degli strumenti per costruire consenso e fiducia sul mercato.

Focus sullo smart building

A questi gruppi di lavoro se ne è unito un ultimo dedico in modo specifico al mondo degli smart building, trasferendo dunque a livello enterprise il lavoro che il gruppo consumer fa in relazione alle applicazioni domestiche e per la smart home.
Obiettivo di questo tavolo di lavoro è stabilire un set di linee guida per aiutare gli attori lungo tutta la supply chain in tutte le fasi di progettazione, acquisto, installazione, integrazione, gestione e manutenzione di soluzioni IoT negli edifici.
Vengono presi in esame tutti gli aspetti, dai sistemi audio-video ai sistemi antincendio, dall’illuminazione al riscaldamento e condizionamento.
Un ulteriore obiettivo del gruppo di lavoro è assicurarsi che le raccomandazioni e le linee guida siano semplici da adottare e che possano integrarsi senza problemi nei processi esistenti.
Proprio per la specificità di questo tavolo di lavoro, IoTSF invita tutti coloro interessati al tema della sicurezza negli smart building a portare il loro contributo o a sottoporre le loro richieste a questo indirizzo.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016