Bandi

PNRR, innovazione e sostenibilità: risultati positivi per i bandi a cascata NODES

La partecipazione attiva da parte delle imprese del territorio dimostra la fiducia negli strumenti messi a disposizione dal MUR e in particolare dall’Ecosistema NODES per fare innovazione e ricerca sul territorio in modo virtuoso

Pubblicato il 13 Lug 2023

Man,Holding,Light,Bulbs,,Ideas,Of,New,Ideas,With,Innovative

È appena terminata la prima fase di raccolta domande per i bandi a cascata del PNRR, promossi dall’Ecosistema dell’Innovazione NODES – Nord Ovest Digitale E Sostenibile che, coinvolgendo sette università, sei poli di innovazione, sei enti di ricerca, un centro di competenza, tre incubatori e un acceleratore, rappresenta un vero e proprio ecosistema di innovazione e sviluppo. Difatti, è uno tra gli 11 Ecosistemi dell’innovazione individuati dal Ministero dell’Università nell’ambito del PNRR e riunisce le regioni di Piemonte, Valle d’Aosta e le province più occidentali della Lombardia (Como, Varese e Pavia).

L’obiettivo dei bandi a cascata, emanati dagli Atenei dell’Ecosistema che sono Politecnico di Torino, Università di Torino, Università dell’Insubria, Università della Valle d’Aosta, Università del Piemonte Orientale, Università di Pavia e Università di Scienze Gastronomiche, è finanziare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, fino a un valore massimo di 600.000 euro, nonché l’accesso a servizi di innovazione, fino al tetto massimo di 80.000 euro.

Raccolte domande per 46,9 milioni di euro

Prende ora avvio l’importante fase di valutazione delle proposte presentate che riguardano innovazione e ricerca negli ambiti di NODES: Industria 4.0, mobilità sostenibile e aerospazio, Green technologies e industria sostenibile, Industria del turismo e cultura, Montagna digitale e sostenibile, Industria della salute e silver economy, Agroindustria primaria e Agroindustria secondaria.

La buona notizia è che la prima finestra dei bandi ha registrato un’elevata partecipazione e una risposta entusiasta da parte delle imprese. Sono state raccolte ben 276 domande, per un valore complessivo di contributo richiesto pari a 46,9 milioni di euro. Questo significa che i primi fondi del PNRR, che superano i 16 milioni di euro, saranno utilizzati secondo le aspettative e contribuiranno a sostenere l’innovazione e la ricerca sul territorio.

I fondi PNRR a disposizione di NODES, globalmente, ammontano a oltre 110 milioni di euro e serviranno per supportare la crescita sostenibile e inclusiva per la transizione digitale ed ecologica dell’Italia con ricadute sul territorio del Nord Ovest. Anche le regioni del mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna) potranno contare su questi fondi: 15 milioni di euro che saranno dedicati ad attività di ricerca e bandi a cascata a favore delle imprese.

NODES e PNRR alimentano innovazione e ricerca

Il Presidente di NODES, Guido Saracco, sottolinea come questi numeri dimostrino che le aziende hanno fiducia negli strumenti messi a disposizione dal Ministero dell’Università e Ricerca e dall’Ecosistema NODES per promuovere sul territorio l’innovazione e la ricerca in modo virtuoso.

La gestione ottimale dei bandi a cascata è garantita dalla collaborazione istituzionale tra NODES e Unioncamere Piemonte attraverso il supporto di un team dedicato e della piattaforma webtelemaco.infocamere.it, già utilizzata dal mondo delle imprese. Infatti, come osserva Paolo Bertolino, Segretario Generale di Unioncamere Piemonte, “Il PNRR, a cui fanno capo i bandi a cascata di Nodes, rappresenta un’occasione straordinaria di crescita per il nostro tessuto economico: la risposta che sta arrivando dalle nostre imprese – anche grazie a un capillare e approfondito sistema di informazione e formazione e a un importante lavoro di squadra delle istituzioni – conferma la grande capacità del territorio di voler e saper cogliere le sfide continue poste nei campi dell’innovazione e della trasformazione ambientale, in un’ottica di sostenibilità e cultura digitale applicate in più campi”.

Il Direttore Generale di NODES, Chiara Ferroni, ricorda che i bandi per le imprese del mezzogiorno sono attualmente in corso e scadranno il prossimo 04/09/2023. Inoltre, il 01/09/2023 si aprirà la seconda finestra dei bandi per il Nord Ovest (Piemonte, Valle d’Aosta, province di Como, Pavia, Varese), che rimarrà aperta fino al 31/10/2023. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito web ecs-nodes.eu.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5