Anche il porto di Seattle implementa l’RFId

Il Federal Department of Transportation (il ministero dei trasporti americano) ha stanziato 500.000 dollari da destinare all’avvio di un progetto RFId…

Pubblicato il 01 Ott 2008

Il Federal Department of Transportation (il ministero dei
trasporti americano) ha stanziato 500.000 dollari da destinare
all’avvio di un progetto RFId per il porto di Seattle. Il
progetto ha lo scopo di identificare univocamente e
automaticamente, grazie alle etichette in radiofrequenza,
l’entrata e l’uscita di mezzi pesanti nel porto. Il
progetto, denominato “Truck Radio Frequency
Identification”, vedrà coinvolti migliaia di camion e
altri mezzi di trasporto. La sperimentazione ha già visto 1500
camion equipaggiati con etichette intelligenti superare il test
di collegamento con il database centrale oltre che la
validazione elettronica a distanza delle autorizzazioni per
accedere, transitare e uscire dai terminal. Progetti analoghi,
volti a ridurre l’onerosità dei controlli di sicurezza
all’ingresso dei porti, sono stati svolti da altri porti
della costa Ovest americana, come quelli di Los Angeles e Long
Beach, in California.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3