L’Europa indaga sull’operazione Nokia-NavTeq

L’acquisizione di NavTeq da parte di Nokia, del valore di 8,1 miliardi di dollari, non convince l’Europa. Il 28 marzo la Commissione Europea ha…

Pubblicato il 01 Mag 2008

L’acquisizione di NavTeq da parte di Nokia, del
valore di 8,1 miliardi di dollari, non convince l’Europa.
Il 28 marzo la Commissione Europea ha infatti avviato
ufficialmente un’inchiesta approfondita
sull’operazione. La decisione di procedere in questa
direzione era tuttavia abbastanza prevedibile, poiché ricalca la
strada già intrapresa dall’ente europeo nei confronti
dell’analoga acquisizione di Tele Atlas da parte di Tom
Tom. In questo ultimo caso è perfino giunto l’alt della
commissione antitrust, che ha chiesto altro tempo per procedere
con ulteriori indagini. L'approfondimento potrà risolversi
nei
prossimi mesi, quando la commissione UE si
pronuncerà con un nulla osta o con una ammonizione più seria
nei confronti dell'operazione. Le strategie dei due
produttori di dispositivi portatili sono sostanzialmente
differenti: se Tom Tom ha acquisito Tele Atlas con
l’intento di integrare verticalmente un proprio fornitore,
Nokia ha fatto un’offerta di acquisizione per NavTeq con
l’obiettivo di perseguire la propria strategia di offrire
Location Based Services, ovvero i servizi legati alla posizione
dell’utente in tempo reale, specialmente per telefoni
cellulari.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4