Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile Wearable

A Roma più hot spot gratuiti grazie alla connettività condivisa

Il Consorzio Roma Wireless, che ha in carico la copertura della capitale con servizi wireless gratuiti, ha recentemente cambiato la procedura di registrazione...

Il Consorzio Roma Wireless, che ha in carico la copertura
della capitale con servizi wireless gratuiti, ha recentemente
cambiato la procedura di registrazione al servizio, richiesta
dal Decreto Legislativo Pisanu. Ora, infatti, a differenza di
prima è sufficiente effettuare, entro cinque minuti dalla
compilazione di un form online, una drop call a un numero
specifico per autenticarsi e attivare il servizio. Dopo la
registrazione l’utente ha a disposizione un’ora di
collegamenti gratis ogni giorno da tutti gli hot spot del
consorzio. La criticità della sostenibilità economica del
progetto, evidenziata anche in altre sperimentazioni a livello
mondiale, è stata risolta utilizzando in modo efficiente le
diverse reti già installate nella capitale, condividendo le
risorse a beneficio dei cittadini e delle stesse
amministrazioni comunali coinvolte.

L’idea è quindi quella di creare nuovi punti di
accesso sfruttando Virtual Private Network (VPN) dedicate sulle
reti già implementate, seguendo il modello di condivisione
della connettività lanciato nel 2006 dal movimento spagnolo
Fon. Infatti, in tutti gli hot spot che verranno installati
saranno presenti due reti: una di servizio
dell’amministrazione, pubblica per proprietà ma privata
per tecnologia, alla quale potranno collegarsi tutti gli
operatori pubblici, e una per la connettività dei cittadini,
che potranno così disporre di un accesso a internet.

Con questo modello, adottato anche a Houston per aprire
una VPN ai cittadini su una rete usata anche dalla polizia, il
Consorzio mira a fornire, entro l’anno, altri 350 punti
di accesso gratuiti, in aggiunta agli attuali 70 già attivi.
Tutto questo determina anche un interesse da parte degli
esercenti commerciali, che si rivolgono a Roma Wireless, che
attualmente conta circa seimila iscritti al servizio, per
offrire ai propri clienti la possibilità di
connettersi.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>