Rubriche - RFId

Pagare col cellulare, e se lo facesse anche l’iPhone? | Internet 4 Things

Pagare con il cellulare sarà possibile anche con l’iPhone. Il fenomeno della convergenza di servizi ed applicazioni non conosce sosta, è infatti già…

Pubblicato il 01 Lug 2010

articolo-payment-165291-130318173452
Pagare con il cellulare sarà possibile anche con
l’iPhone
. Il fenomeno della convergenza di servizi
ed applicazioni non conosce sosta, è infatti già da tempo che
si parla di applicazioni di Mobile Payment per lo smartphone
della casa di Cupertino. Sul web da mesi si leggono indiscrezioni
che prevedono che la prossima edizione dell’iPhone
integrerà la tecnologia contactless (o NFC, Near Field
Communication) che permetterà di effettuare pagamenti
semplicemente avvicinando il telefono ad un terminale
POS
. Esistono tuttavia soluzioni già disponibili sul
mercato o in via di sperimentazione. DeviceFidelity,
un’azienda americana che fornisce tecnologie plug-and-play,
ha annunciato a metà maggio di essere sul punto di lanciare – in
collaborazione con Visa – una prima serie di test per
l’attivazione di una particolare custodia per
iPhone che permetterà di trasformare il cellulare in una carta
contactless
con tecnologia PayWave. Questo contenitore
si rende necessario dal momento che il terminale di Apple non
dispone di uno slot per ospitare le schede microSD In2Pay con
tecnologia NFC, che sono appunto ospitate nella custodia di
DeviceFidelity. Sono anche numerose le sperimentazioni di
applicazioni che hanno l’obiettivo di trasformare
l’iPhone in un vero e proprio POS in grado di accettare
carte di credito
. Soluzioni di questo tipo sono pensate
per artigiani e professionisti (si pensi ad idraulici,
elettricisti, ambulanti o pony express) che potrebbero così
evitare pagamenti in contanti. Un esempio di questi servizi è
Square, un dispositivo simile ad cubetto di plastica
bianca inserito nell’uscita cuffie dell’iPhone, che
consente di strisciare la carta di credito ed effettuare la
transazione.
Numerose sono anche le applicazioni
scaricabili dall’AppStore di Apple che consentono di
effettuare pagamenti tramite un conto prepagato. Per esempio,
è da poco partita una sperimentazione presso Starbucks:
scaricando un’apposita applicazione e caricando dei soldi
sul proprio conto virtuale sarà possibile pagare presso i punti
vendita della catena
con il proprio iPhone: il codice a
barre che appare sullo schermo verrà infatti letto dallo scanner
di cassa che provvederà a scalare l’importo dovuto.
Infine, è da citare l’innovativa applicazione
rilasciata da PayPal, basata sulla tecnologia Bump
, che
permette di trasferire tra utenti somme di denaro dai propri
account PayPal semplicemente facendo scontrare i due dispositivi
iPhone.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2