La crescita lenta, ma inesorabile, dell’Unified Communication

In una ricerca recentemente pubblicata, Ovum ha messo in luce come malgrado una forte contrazione dei budget, l’adozione e integrazione di tecnologie di…

Pubblicato il 01 Mar 2010

In una ricerca recentemente pubblicata, Ovum ha messo in luce
come malgrado una forte contrazione dei budget, l’adozione
e integrazione di tecnologie di Unified Communication (UC) è in
crescita. Se da un lato il lancio di queste tecnologie è stato
rallentato, dall’altro è anche vero che in molte realtà
si stanno facendo largo, soprattutto se si pensa alle
applicazioni video. Inoltre, molte aziende dimostrano un
crescente interesse per l’utilizzo di queste tecnologie di
ultima generazione anche sui device Mobile. Ad oggi è ancora
l’implementazione dei sistemi di telefonia IP a far la
parte del leone tra le applicazioni di Unified Communication:
più del 40% delle aziende che hanno partecipato alla ricerca ha
delineato una strategia IP, ipotizzando una roadmap per
l’implementazione dei servizi a livello di singola società
o di gruppo. Quest’ultimo dato è sicuramente rilevante
soprattutto se si pensa che fino all’anno scorso appena
un’azienda su quattro aveva dichiarato di avere una
strategia in tal senso. Dalla ricerca è emerso anche che le
applicazioni che incuriosiscono maggiormente le aziende sono la
telepresence, il click-to-call dalle applicazioni Mobile, la
convergenza fisso-Mobile. Infine è emerso che molte aziende
hanno in previsione di utilizzare device dual mode (GSM/Wi-Fi).

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3