Rubriche - Mobile Content

Il video è «free» se c’è la pubblicità

Si chiama “FreeVideo” il nuovo progetto lanciato, nel mese di gennaio, da Vodafone Italia (nella foto: Cesare Bisio, Responsabile Premium Services…

Pubblicato il 01 Mar 2008

cesare-bisio-124437-130318171758

Si chiama “FreeVideo” il nuovo progetto
lanciato, nel mese di gennaio, da Vodafone Italia

(nella foto: Cesare Bisio, Responsabile Premium Services
e Mobile Advertising di Vodafone Italia)
con
Amobee Media Systems, società statunitense che ha realizzato
un server pubblicitario centralizzato per offrire una soluzione
ad hoc alle Telco che vogliono inserire dinamicamente
advertising all’interno dei loro contenuti Mobile.

Il servizio consente ai clienti Umts di Vodafone di
accedere gratuitamente ad un’ampia gamma di contenuti
video riguardanti news, sport, commedie e clip musicali
prodotti da e-Class, Dorna e Digital Magics.

All’interno di questi contenuti vengono inseriti
spot pubblicitari (sotto forma di pre-roll e postroll)
targetizzati sulla base del profilo dell’utente che
accede al contenuto.

Le prime due aziende che hanno aderito al servizio sono
Rcs Media Group e ActionAid International, organizzazione
internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause
della povertà e dell’esclusione sociale. Gli altri
partner del progetto sono Dada Ad, che di occupa della raccolta
pubblicitaria, e QuickPlay Media, fornitore attivo a livello
mondiale e specializzato in soluzioni di content management e
service delivery per i contenuti video e di Mobile Tv, che
mette a disposizione la sua piattaforma OpenVideo.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2