Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile Wearable

Con il Cognitive Computing di Watson IoT IBM accelera sullo sviluppo Industry 4.0

Una apposita task force dedicata alla creazione di progetti per la fabbrica digitale rappresenta una delle prime iniziative dell'unità di business IBM Watson IoT per mettere a disposizione piattaforme di Cognitive Computing deicato all'Internet delle Cose

La scena è quella dell’IBM Business Connect 2016 e i protagonisti che salgono sul palco sono le realtà che hanno saputo unire l’intelligenza delle cose con il Cognitive Computing per migliorare prima di tuto la qualità della vita delle persone e per sviluppare nuove forme e nuove iniziative di business.

Il primo e più forte messaggio è che l’Internet of Things con tutti i suoi ambiti applicativi rappresenta già oggi una opportunità che può premiare l’Italia più di altri Paesi. Il valore del Made in Italy può accedere a un vantaggio competitivo ben più rilevante di quanto non possano fare tanti altri paesi e con il Piano del Governo per l’Industry 4.0 non si deve attendere un futuro troppo lontano nel tempo per cogliere nuove occasioni, ma ci sono già le condizioni per recuperare una spinta verso la crescita basata sul connubio tra IoT e manifattura.

E se le condizioni normative e politiche ci sono ci deve essere anche la volontà imprenditoriale per procere, in fretta, in questa direzione. Lo afferma  chiaramente Stefano Rebattoni, General Manager IBM Global Technology Service, ricordando che chi decide subito di investire e di attivarsi con un piano per l’Industria 4.0 ha la possibilità di conquistare rapidamente un vantaggio competitivo. Rebattoni insiste sul fatto che è l’IoT oggi a guidare la digital transformation e sta alla base della trasformazione delle nostre imprese verso il modello Industria 4.0.

L‘Italia è il secondo Paese in Europa a livello di industria manifatturiera e l’IoT se si integra con il Cognitive Computing può permettere alle imprese di acquisire rapidamente un nuovo vantaggio competitivo. Per aiutare queste realtà a sfruttare gli incentivi e le opportunità del piano Industry 4.0 del Governo Italiano (il cosiddetto Piano Calenda) IBM ha creato una task force con un ecosistema di competenze e di partner in grado di accompagnare le aziende nello studio, nella definizione e nella implementazione di progetti per l’Industria 4.0 in partticolare per lo sviluppo del Made in Italy.

Anche per questo caso la scelta di dedicare l’IBM Business Connect 2016 all’IoT in the Cognitive Era arriva nel momento giusto anche in ragione del fatto che l’Industry 4.0 pone temi importantissimi come il passaggio da una logica di prodotto a una logica di servizio e permette o in alcuni casi impone di modificare il modello di business. 

Ci sono aziende che hanno già avviato progetti importanti e IBM è impegnata in progetti per l’Industria 4.0 che cambiano il modo interpretare la produzione e che abilitano le imprese a nuove forme di sviluppo. La dimostrazione dell’importanza e della centralità dell’IoT per IBM è dimostrato anche dalla scelta di effettuare investimenti per oltre 200 milioni di euro per Watson IoT e Cognitive Computing presso la sede di Monaco.

Grazie all’IoT stiamo vivendo una rivoluzione industriale che ci porta nella direzione dello Smart manufacturing, che permette di realizzare soluzioni per la Smart Health, per le Smart City per la Smart Mobility, che consente di cambiare le nostre case e di inventare soluzioni di Smart Home e di Smart Building. E l’intelligenza delle cose applicata al mondo del buiding è alla base di un’altra rivoluzione che sta cambiando il  Facility and Real Estate management con una precisione chirurgica nella conoscenza di tutti gli ambienti e del loro utilizzo da parte delle persone in modo da gestire correttamente il consumo di energia, di sicurezza e di comfort.

Ma l’automotive è oggi uno degli esempi più significativ di come IoT, Big Data e Cognitive cambiano il modo di progettare, di produrre e vendere autoveicoli e di come cambia anche il modo di metterli a disposizione dei clienti. 

 

Leggi l’articolo completo pubblicato da Internet4Things Watson IoT e Cognitive sul palco del Business Connect 2016 di IBM

Leggi l’aggiornamento legato alla presentazione della strategia Industry 4.0 di IBM: Cereda, IBM: per l’Italia e per il Made in Italy è il momento di fare Industry 4.0

 

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>