Rubriche - Wireless Supply Chain

SuppChain e IoT: la radiofrequenza migliora la logistica del farmaco

A partire dal 2001, le direttive del Ministero della Sanità per la tracciabilità dei farmaci prevedono l’adozione del codice AIC. Tale codice viene…

Pubblicato il 01 Giu 2008

spartaco-114741-130318171525
A partire dal 2001, le direttive del Ministero della Sanità per
la tracciabilità dei farmaci prevedono l’adozione del codice AIC. Tale codice viene assegnato dal Ministero a ciascun farmaco per identificare la confezione attraverso parametri che
ne indicano il contenuto. La Silvano Chiapparoli Logistica ha messo a punto una soluzione wireless per
gestire la crescente complessità del magazzino dovuta alle nuove norme.
L’azienda si occupa principalmente della gestione e distribuzione di prodotti farmaceutici e cosmetici, ed è attiva in tutta Italia con i propri 6 depositi. La soluzione è stata
adottata nei 4 magazzini farmaceutici dell’azienda, ognuno dei quali dispone di
circa 70 terminali palmari e veicolari. Ciascun magazziniere
dispone di un terminale su cui riceve le informazioni. I
terminali si collegano in radio-frequenza al sistema gestionale
dell’azienda, registrando le operazioni effettuate. I
terminali sono codificati e ciò consente di sapere
immediatamente chi ha lavorato ogni ordine, disponendo di tutta
la sequenza tracciata: stato, avanzamento e spedizione. Il
supporto operativo dato dall’uso di terminali RF riduce
sensibilmente le imprecisioni di prelievo, migliorando
l’accuratezza delle spedizioni e l’efficienza del
magazzino perché la ristrutturazione dei processi logistici ha
ridotto i tempi morti di lavorazione dell’ordine. Ciò ha
portato l’incremento del livello di servizio al cliente
grazie a tempi di consegna inferiori ed ordini completamente
tracciabili.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2