Il coniglietto hi-tech è menzognero

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcom) ha avviato un procedimento per pubblicità ingannevole contro Violet, la società…

Pubblicato il 01 Apr 2008

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato
(Agcom) ha avviato un procedimento per pubblicità ingannevole
contro Violet, la società produttrice di Nabaztag, il
coniglietto Wi-Fi intelligente. Si tratta di una sorta di
tamagotchi al contrario, che promette di prendersi cura del
padrone, svegliandolo, leggendo le mail ricevute e comunicando
svariate informazioni ottenute tramite la rete Internet.
L’Autorità, che ha raccolto la segnalazione di
Altrconsumo, ha messo sotto inchiesta proprio le
“innumerevoli abilità” propagandate sul sito
relativo al gadget e non corrispondenti alla realtà, tra cui la
capacità di riconoscere i comandi vocali anche in italiano, di
riconoscere gli oggetti e di fornire informazioni meteorologiche
e sull’inquinamento. Dalla sua introduzione nel 2005, il
coniglietto multifunzione, dotato di Wi-Fi per la connessione
alla rete e di RFId per leggere i tag associati agli oggetti,
vanta diversi cultori in tutto il mondo, che hanno dato vita
anche ad una community.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2