Anche in Italia debutta il Mobile Payment | Internet 4 Things

Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Mobile App

Anche in Italia debutta il Mobile Payment

Entro il 2008, verrà attivato in Italia un servizio di Mobile Payment, basato sulla Sim Card e sul portafoglio virtuale “Mobile Wallet”. Questo è...

Entro il 2008, verrà attivato in Italia un servizio di
Mobile Payment, basato sulla Sim Card e sul portafoglio
virtuale “Mobile Wallet”. Questo è quanto ha
annunciato Telecom Italia al 3GSM World Congress di
Barcellona.

In collaborazione con partner finanziari e bancari,
Telecom Italia, attraverso Tim, offrirà ai propri clienti la
possibilità di abbinare il proprio numero di telefonino ad una
carta bancaria – di credito o prepagata – e, quindi, effettuare
pagamenti direttamente dal proprio telefono cellulare, gestire
a distanza il proprio conto corrente, acquistare titoli di
viaggio (m-ticketing) oppure autorizzare trasferimenti di
credito dal proprio deposito bancario (m-banking).

Oltre ai pagamenti, il servizio permetterà, navigando
sul telefonino, di collegarsi ad un’area

Web, dove si potrà gestire un portafoglio virtuale
“Mobile- Wallet”, che conterrà l’intera
gamma delle proprie carte di credito. L’intero processo
sarà tutelato dall’obbligo di inserimento dei codici
personali e dai pin code delle carte che potranno essere
controllati direttamente dal cellulare e che garantiranno la
sicurezza delle transazioni.

Il cliente potrà anche chiedere via sms,
l’aggiornamento delle transazioni eseguite, dei saldi
delle sue carte e delle bollette pagate con le carte
virtualizzate nel Mobile-Wallet. Telecom Italia, inoltre, ha
già dato inizio alle prime sperimentazioni della tecnologia
NFC (Near Field Communication) che permetterà di usare il
telefonino per pagare, avvicinandolo ai POS.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo