Windows IoT 11 Enterprise, cos'è e nuove funzionalità | Internet 4 Things

Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.IoT Library

Windows IoT 11 Enterprise, cos'è e nuove funzionalità

Microsoft rilascia Windows 11 IoT Enterprise L'upgrade del sistema operativo per Internet of Things si aggiorna per il mondo ibrido di oggi. Con importanti novità: un’interfaccia ridisegnata, il supporto agli standard USB 4.0, Wi-Fi 6E e alle applicazioni Linux GUI per girare in ambiente open source

Windows 11 IoT Enterprise è disponibile, come upgrade di Windows 10 IoT Enterprise, con una gamma di novità, a partire dall’aggiornamento a cadenza annuale, tempistica di manutenzione di 36 mesi da quello di rilascio e nuove funzionalità come l’attesa, e già anticipata, possibilità di eseguire i programmi Linux basati su GUI all’interno dell’ecosistema Windows per IoT, il supporto a USB 4.0 e al Wi-Fi 6E.

Cos’è Windows IoT 11 Enterprise?

Windows 11 IoT Enterprise è l’evoluzione e l’upgrade di Windows 10 IoT Enterprise, il sistema operativo Windows for IoT distribuito per dispositivi Internet of Things (IoT) e tecnologie smart. Arriva dopo il rilascio di Windows Server IoT 2022.

INFOGRAFICA
Orientati tra le opportunità del Piano Nazionale Transizione 4.0
Big Data
IoT

Windows 11, l’upgrade più significativo del sistema operativo Windows dal lancio di Windows 10, aggiorna molte funzionalità sul fronte della end-user experience e della sicurezza informatica, affinché l’esperienza degli utenti sia più fluida e flessibile.

IOTA

Rilasciato come upgrade, Windows 11 IoT Enterprise è comunque disponibile nei soliti canali degli update di Windows 10 IoT Enterprise. Sono inoltre a disposizione gli strumenti di Windows Update for Business e Microsoft Endpoint Manager. Maggiori informazioni si trovano nella pagina Plan for Windows 11.

A cosa serve Windows IoT 11 Enterprise?

Windows 11 IoT Enterprise permette di alimentare i propri dispositivi perimetrali nei settori della manifattura, retail, healthcare e sicurezza pubblica.

La nuova versione, poi, serve a traghettare le applicazioni Linux GUI su Windows Subsystem for Linux (WSL), a portare sui dispositivi IoT il supporto a Universal Serial Bus 4 (USB 4.0) e a Wi-Fi 6E, oltre a una maggiore accessibilità per rendere i device IoT, basati sulla piattaforma Microsoft, utilizzabili da sempre più persone, anche dagli utenti diversamente abili.

Windows for IoT credits Microsoft

Credits: Microsoft

Windows 11 IoT Enterprise è costruito per supportare il mondo ibrido di oggi e garantire sicurezza e affidabilità, oltre a essere l’OS più connesso e performante di sempre, secondo Microsoft. Il nuovo OS per dispositivi IoT non è una versione Long-Term Servicing Channel (LTSC), come è tuttora la versione 10, ma ha un supporto garantito a 36 mesi.

Quali sono i dispositivi supportati e le loro caratteristiche?

In generale Windows IoT 11 Enterprise è compatibile con accessori e driver associati con Windows 10 IoT Enterprise. Condividendo le stesse fondamenta della precedente versione, consente di utilizzare gli stessi tool per sviluppare, gestire e mettere al sicuro i propri dispositivi equipaggiati con Windows 11 IoT Enterprise.

I dispositivi IoT supportati da Windows IoT 11 Enterprise sono dotati di interfaccia universale Universal Serial Bus 4 (USB 4.0), standard Wi-Fi 6E, girano in ambiente Linux e sono più accessibili.

L’upgrade di Windows per IoT ha gli stessi requisiti di base per l’installazione della versione client di Windows 11: processore a 64 bit compatibile o System on a Chip (SoC) con almeno 1 GHz con 2 o più core; 4 Gbyte di Ram; dispositivo di archiviazione da almeno 64 Gbyte; firmware compatibile con Uefi che consente l’avvio protetto; Trusted Platform Module (TPM) versione 2.0; scheda video compatibile con DirectX 12 o versione successiva con driver Wddm 2.0; schermo ad alta definizione (720p) con una diagonale maggiore di 9 pollici, 8 bit per canale di colore; connettività Internet e account Microsoft, anche per uscire dalla modalità S di Windows 11 Home (la modalità S è la versione di Windows 11 ottimizzata per la sicurezza e le prestazioni).

Quali sono le nuove funzionalità?

Oltre ad aver ridisegnato l’interfaccia utente per i dispositivi IoT, e alle funzionalità della precedente versione (sicurezza, privacy, possibilità di abilitare la modalità embedded e di configurare i driver dei device, i Bus Provider, i controlli network service, la tastiera on-screen eccetera), Windows IoT 11 Enterprise vanta nuove funzionalità:

  • Windows Subsystem for Linux GUI (WSLg) in grado di abilitare le app GUI;
  • il supporto a Universal Serial Bus 4 (USB 4.0);
  • il supporto a Wi-Fi 6E;
  • il supporto a dispositivi IoT più accessibili.

La nuova interfaccia utente

La nuova interfaccia utente è moderna, con un design declinato all’usabilità e all’interattività, per arricchire la Windows experience.

Windows Subsystem for Linux GUI (WSLg)

Windows Subsystem for Linux GUI (WSLg) porta le applicazioni Linux GUI su Windows Subsystem for Linux (WSL). WSL permette di far girare un ambiente Linux ed è focalizzato nei tool a linee di comando, utility e applicazioni. Il supporto alle app GUI consente di usare le applicazioni Linux GUI preferite con WSL. WSL è impiegato in un’ampia gamma di applicazioni e workload. Maggiori dettagli si trovano su WSLg project su GitHub.

Supporto a Wi-Fi 6E

Wi-Fi 6E non solo migliora la copertura wireless e le prestazioni complessive, ma aggiunge anche importanti funzionalità sul versante sicurezza.

Wi-Fi 6E può usare frequenze dello spettro a 6 GHz – anche su computer, smartphone, tablet, visori VR/AR e tecnologia IoT -, ma soprattutto vanta 7 canali a 160 MHz, che assicurano la possibilità di accedere alle connessioni multi-gigabit, in grado di offrire più di 1 Gigabit di banda a bassissima latenza.

Il nuovo standard WiFi evita il congestionamento delle reti, permettendo di gestire un numero superiore di dispositivi – fino a 7 access point nella stessa area – senza creare interferenze fra loro.

Supporto a USB 4.0

USB 4.0 aumenta la velocità di trasferimento, migliora la gestione dei video e, grazie alla convergenza delle specifiche, consente una compatibilità opzionale con la tecnologia rivale Thunderbolt 3.

Lo standard si distingue per l’alta velocità massima supportata: velocità massima di trasferimento dati fino a 40GB/s, oltre a quella da 10 Gbps e da 20 Gbps. Altro beneficio è il design per il connettore e per l’ingresso: grazie a Usb type-c, la porta si può inserire da ambo i lati.

USB 4.0 vanta un’intelligente distribuzione della banda quando si trasferiscono contemporaneamente filmati e anche dati: per esempio è in grado di convogliare la banda necessaria per riprodurre un video in 4K, mentre distribuisce la banda al drive, per spostare simultaneamente file a un supporto Ssd esterno. Più scalabile, lo standard è ottimizzato per evitare il buffer video e reggere più interfacce ad alta risoluzione lato display. Anche sul fronte elettricità, supporta lo standard Usb Power Delivery: fino a 100 Watt e con una migliore gestione.

Inoltre, l’interfaccia universale permette, per esempio, di connettere display e monitor al Pc ed altri dispositivi che richiedono un’elevata banda di trasferimento. USB 4.0 garantisce anche la retrocompatibilità (fino a USB 2.0), anche se a velocità ridotta a causa dello standard inferiore.

Supporto a dispositivi IoT più accessibili

Windows IoT 11 Enterprise serve a sviluppare, disegnare e realizzare dispositivi IoT più accessibili, per semplificare la vita dei disabili, permettendo loro di usare più efficacemente i device IoT e per interagire meglio con loro.

In quali ambiti si applica Windows IoT 11 Enterprise?

Windows 11 IoT Enterprise permette di alimentare i propri dispositivi perimetrali nei settori della produzione, la vendita al dettaglio, le apparecchiature mediche e la sicurezza pubblica.

Poiché Windows IoT 11 Enterprise è una famiglia di sistemi operativi di Microsoft progettata per l’utilizzo in sistemi embedded, ha un ampio mercato che spazia dai dispositivi di piccole dimensioni a quelli in tempo reale, fino ai POS nei punti vendita e chioschi. Gira su Retail/thin client, Raspberry Pi, tablet e small tablet.

Gli ambiti in cui si applica l’OS, dedicato a soluzioni intelligent-edge, sono quelli in cui servono un lock-down environment, un’esperienza utente interattiva con input naturali, elevato grado di sicurezza, gestione di classe enterprise, in modo da aiutare i clienti a realizzare soluzioni fatte per durare.

Video: Roadmap di Windows 11 IoT Enterprise (in inglese)
WEBINAR
16 Novembre 2021 - 12:00
Vantaggi e necessità di una rete moderna e flessibile. Approfondiamo insieme agli esperti!
Cloud
Cloud storage
CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo