Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.IoT Library

T.net: Ingegneria e IoT per la digital transformation

Fornire soluzioni avanzate d’ingegneria in ambito Internet of Things, Cloud, Reti e Sicurezza, per accompagnare e assistere le organizzazioni in tutti i processi di trasformazione digitale. La mission di T-net, realtà che nasce nel 2002 a Catania grazie a Francesco Mazzola, attuale Presidente e CEO e alla consorte Elisa Giacone, HR Manager e Talent Acquisition Manager.

Fornire soluzioni avanzate d’ingegneria in ambito Internet of Things, Cloud, Reti e Sicurezza, per accompagnare e assistere le organizzazioni in tutti i processi di trasformazione digitale. È questa la mission di T-net, realtà che nasce nel 2002 a Catania grazie ad una intuizione di Francesco Mazzola, attuale Presidente e CEO ed Elisa Giacone, HR Manager e Talent Acquisition Manager.

T.net vanta di un set di applicazioni, soluzioni e servizi che includono Data Center, Connettività, Soluzioni e servizi Cloud, Sicurezza e protezione dei dati. Ecosistema completato da connettività a banda larga, comunicazione unificata, network intelligente e soluzioni smart IoT. Il partner per preparare, progettare e implementare adeguatamente la digital transformation.

Nel mese di settembre 2018 T.Net è entrata a far parte dell’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia, EIT Digital auspicando una crescita rapida in innovazione, imprenditorialità e incremento delle vendite.

Cyber Security e Smart Future

Un punto di forza è l’esperienza di lunga data nel settore della cyber security. Infatti, T.net offre soluzioni affidabili per la protezione dei dati sensibili in conformità con il regolamento GDPR. Questo grazie ad un team di legali e ingegneri per il monitoraggio costante delle vulnerabilità e degli eventuali data breach su cui il regolamento UE è molto severo.

Inoltre, pianifica e fornisce i servizi Smart del domani, soluzioni e progetti IoT focalizzati principalmente su Smart Mobility, Intelligent Transportation System e Smart Farming, destinate a cambiare l’approccio della vita quotidiana grazie alle tecnologie. Un’unità aziendale dedicata alla ricerca e allo sviluppo consente di affrontare quelle che oggi sono le sfide più ambite: Smart Road, Smart Farming, Digital Cities, Data Protection.

 

Il rapporto con le Università

T.net ha avviato un programma di collaborazione con il CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), in particolare con l’Università di Pisa e l’Università di Catania, con cui sta mettendo a punto un protocollo di sviluppo congiunto per le soluzioni IoT in ambito SmartRoad e Smart Farm.

Sempre nell’ambito del CNIT, T.net sta cercando di stabilire una metodologia per lo sviluppo del monitoraggio delle infrastrutture critiche basate sulla fibra ottica.

Alla fine del mese ottobre ha partecipato ad un incontro sotto il patrocinio di EIT e l’Università di Trento per un match making con i migliori laureati per dare l’opportunità a due di loro di essere inseriti in azienda.

Infine, T.net ha stabilito una serie di relazioni anche con altre Università in Italia e all’estero, in particolare per inserire altri 8 ingegneri nel team IoT.

L’importanza del team per il raggiungimento dei risultati

«Disporre di personale ben skillato – afferma Mazzola – è fondamentale per ottenere buoni risultati. In 18 mesi siamo triplicati, in futuro mi piacerebbe avere il pensiero di dotare gli uffici di strumenti facilitatori per le famiglie dei dipendenti, per esempio realizzare l’asilo dentro all’azienda, una cucina…Un modello come hanno già all’estero, dove l’azienda diventa un posto bello dove stare bene, vista la quantità di ore che ci passiamo».

Un team preparato e affiatato «…è poi il leit motiv che ci spinge ad affrontare quelle “missioni impossibili” e a farle diventare possibili. Sennò come farebbe un’azienda così piccola a sfidare colossi in questo campo?».

 

Metodo preciso e verifica continua alla base del modus operandi

Per svolgere adeguatamente le attività, T.net ha sviluppato un proprio modello di lavoro condiviso all’interno dell’azienda, atto a garantire la qualità dei servizi. Questo modello si basa soprattutto sulla pianificazione dettagliata dei progetti e su una impeccabile analisi preliminare. Nella metodologia T.net un progetto avrà successo solo se programmato a priori nei singoli dettagli, prevedendo tutte le possibili combinazioni di azione-reazione.

T.net procede attraverso un percorso predeterminato che segue lo schema seguente:

– Analisi del servizio o del progetto da erogare

– La messa a punto della soluzione potenziale

– La descrizione degli obiettivi del progetto

– Un processo dettagliato punto per punto di ogni fase progettuale

– La dimensione del gruppo di lavoro

– Il controllo sistematico dei risultati

Un framework che viene applicato a tutte le aree dell’azienda e che sta diventando “il modello T.net”. Con la crescita del team aziendale risulta necessaria una metodologia chiara e comune a tutte le persone che gestiscono la parte progettuale.

Per rimanere aggiornati sulle ultime novità. L’iscrizione si effettua dalla home page del sito.

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo