Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.IoT Library

L\'IoT aiuta nelle situazioni di emergenza

Al Massachusetts Institute of Technology (MIT) si sperimenta una soluzione che crea mappe istantanee in caso di calamità naturali

Sulla scia dell’uragano Sandy diverse città stanno rivalutando la prontezza dei propri piani in caso di calamità naturali: in questo contesto l’Internet of Things può giocare un ruolo non secondario nel supportare la tempestività e l’accuratezza dell’intervento delle forze della protezione civile, o nell’informare i cittadini su quanto sta accadendo.

Grazie all\’IoT, si possono fornire in tempo reale informazioni su una determinata situazione a forze dell’ordine e – grazie all’utilizzo di device portatili – a singoli utenti in mobilità. Non solo, si può determinare anche la posizione tramite GPS o mezzi alternativi, tuttora oggetto di ricerche, in caso di indisponibilità del sistema, come ad esempio accade all’interno di un edificio.

In tal senso i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) stanno lavorando ad una soluzione volta a rivoluzionare le modalità di risposta ad una situazione di emergenza creando mappe istantanee.

Il cuore del sistema, attualmente in fase di sperimentazione, è un sensore portatile che permette di costruire una mappa digitale in tempo reale di un edificio o ambienti simili monitorando i movimenti di una persona al suo interno. Ad esempio, per testare il sistema, uno studente ha fatto il giro del campus indossando il prototipo sviluppato e mostrando come la mappa venisse creata man mano a seconda dei movimenti e della posizione.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016