Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.IoT Library

Il ruolo dell'IoT per la Blockchain nel report Casaleggio Associati

L'Internet delle Cose come punto di passaggio tra il mondo reale e il mondo digitale e come fattore abilitante alla gestione dell'Ultimo Miglio o, come indicato nello scenario di Casaleggio Associati, come uno dei componenti del The Final Link per i progetti blockchain

Che cos’è il “The Final Link” della blockchain? Cosa si intende per “Ultimo Miglio”? Perché quando si parla di blockchain sempre più frequentemente e giustamente si parla di “passaggio dal mondo fisico a quello digitale”?

Il report Blockchain for Business di Casaleggio Associati dedica una importante sezione al ruolo dell’Internet of Things nell’ambito dei progetti blockchain. E all’IoT è affidato proprio il ruolo di fare da ponte tra la data collection del mondo reale al percorso dei dati verso il mondo digitale. E appare, da questa premessa evidente che se l’IoT svolge in modo affidale, certo, sicuro, il proprio lavoro nel “Pre” e nel “Post” blockchain (puoi approfondire questo tema qui: Blindare la blockchain)  si creano le premesse perché la capacità di garantire l’affidabilità dei dati che la blockchain riceve sia veramente completa con la verifica del dato che arriva dalle cose e del dato che esce dalla blockchain per tornare nelle mani delle persone o per trasformarsi, ad esempio, nell’azione di una macchina.

Nel report Blockchain Casaleggio Associati il “The Final Link” non è solo nella qualità della data collection, ma comprende anche il processo di tokenizzazione e nella possibilità di creare titoli di proprietà associati ad asset di valore che siano in grado di rappresentare un bene o un servizio. Grazie all’uso dell’Internet of Things, al processo di tokenizzazione di beni e servizi e all’utilizzo di Smart Contract le imprese possono possono creare nuovi servizi e attuare nuovi modelli di business.

Il report Casaleggio parla poi di Smart Company e Smart Marketplace caratterizzati da un sistema di relazione dove diminuisce o sparisce il ruolo degli “intermediari” e dove, come viene più volte sottolineato, si creano le premesse per una “vera” sharing economy che può cambiare anche in modo radicale servizi tanti servizi a partire dall’utilizzo delle vetture, alla condivisione della capacità computazionale, dell’energia, delle stesse abitazioni.

Leggi il servizio completo su Blockchain4Innovation

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 giugno 2017