Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

A Ginevra il nuovo IoT Innovation Lab di HPE: focus sull'edge

Un ambiente collaborativo per aiutare i clienti a sfruttare l'ingente mole di dati generati al di fuori dei data center da dispositivi, macchine, risorse e sensori. La logica dell'intelligent edge
E’ stato inaugurato a Ginevra, in Svizzera, il nuovo IoT Innovation Lab aperto da Hewlett Packard Enterprise (HPE). Per l’azienda è il quarto laboratorio a livello globale che offre un ambiente collaborativo per concettualizzare, sviluppare e testare soluzioni IoT avanzate e edge-to-cloud che guidano risultati di business come efficienza operativa, sicurezza, crescita dei ricavi e vantaggio competitivo a lungo termine.

“La crescita esponenziale dei dati generati sull’edge offre un’enorme opportunità per far progredire economie e società – tuttavia, le organizzazioni attualmente ne stanno capitalizzano solo una frazione”, ha affermato Volkhard Bregulla, Vicepresidente Produzione globale, Automotive e IoT, HPE. “La capacità di sfruttare il potenziale di questi dati richiede una trasformazione complessa che coinvolge tecnologia, persone ed economia. Gli IoT Innovation Labs sono uno strumento chiave per avviare, plasmare e accelerare il viaggio IoT unico di ogni cliente.”

Ambienti hands-on ed esempi reali per far progredire le implementazioni IoT

Clienti e partner possono scoprire il valore commerciale di HPE e del portafoglio di soluzioni IoT aziendali che guidano l’efficienza e la crescita. Le Edge Experience Zones consentono ai clienti di interagire digitalmente con le “cose” nelle loro impostazioni naturali con casi d’uso IoT pratici per i settori petrolio e gas, produzione, ingegneria, sanità, vendita al dettaglio, smart city e altro ancora.

Insieme al vicino HPC e al Centro di eccellenza IA di Grenoble, in Francia, l’IoT Innovation Lab di Ginevra offre un ambiente proof-of-concept per testare le più recenti tecnologie IoT con i software e i dati dei test dei clienti. I clienti possono eseguire il benchmark delle applicazioni e sperimentare in modo sicuro e confidenziale in molti casi d’uso.

“L’innovazione collaborativa è al centro degli IoT Innovation Labs, per fornire risultati di business rilevanti”, ha affermato il dott. Tom Bradicich, Vice President e General Manager, Converged Servers, Edge e IoT Systems, HPE. “Questi non sono solo luoghi in cui dimostrare o testare le soluzioni: sono luoghi in cui stimolare il pensiero sulle possibilità, e poi unirsi per costruire e implementare la prossima generazione di IoT e soluzioni edge intelligenti“.

I casi di utilizzo dell’IoT aiutano a prevedere e realizzare risultati di business

Guidare i risultati di business con l’IoT richiede non solo nuove tecnologie e competenze in infrastrutture di confine, intelligenza artificiale, reti cablate e wireless, sicurezza, servizi di localizzazione, realtà aumentata e architetture edge-to-cloud. Servono anche casi di utilizzo fattibili che forniscano brevi risultati a breve termine e guidino una roadmap strategica sull’innovazione dell’IoT. I casi d’uso IoT dimostrati presso il Lab di Ginevra portano i clienti ad immaginare le opportunità per raggiungere i loro obiettivi di business, a concettualizzare i casi di utilizzo dell’IoT per le imprese ed infine ad implementare prove di concetti e progetti.

Di seguito, esempi di casi d’uso:

  • Accelerare il machine learning ai margini per automatizzare la garanzia della qualità nella produzione high-tech: HPE Pointnext è una soluzione che consente il rilevamento automatico e preciso dei difetti dei prodotti finiti high-tech, basato su analitiche video e machine learning (ML). Accelera i tempi di formazione degli algoritmi ML utilizzando metodi innovativi di analisi delle immagini e eseguendo l’analisi direttamente ai margini, basata su HPE Edgeline Converged Edge Systems.
  • La convergenza OT-IT aumenta la produttività nella produzione automobilistica: oggi i produttori automobilistici utilizzano test multipli e sistemi di misurazione per test automatizzati in linea e sviluppo ingegneristico – una configurazione complessa, soggetta a errori e costosa. Una società di produzione automobilistica ha visto l’opportunità di aumentare la produttività consolidando componenti separati in un unico sistema. La società ha implementato la piattaforma di collegamento OT HPE Edgeline, che converge tecnologia operativa (OT) con un’infrastruttura IT di livello enterprise all’avanguardia, ad esempio, nel settore manifatturiero. Presso l’IoT Innovation Lab di Ginevra, HPE dimostra questa soluzione con una portiera della macchina controllata e monitorata tramite un sistema convergente Edge HPE Edgeline EL300.
  • Monetizzazione dei dati del veicolo: una soluzione prototipo, implementata con un Audi Q2, che fornisce un processo sicuro per la condivisione e il pagamento dei dati dei sensori di un veicolo basato su “contratti intelligenti”. Costruito sulla tecnologia blockchain e su architettura edge-to-cloud, la soluzione consente ai proprietari di veicoli di guadagnare denaro o ottenere premi guidando controllando con chi condivide i dati. Inoltre, le terze parti possono accedere a un prezioso pool di dati per l’assistenza dell’autista, il targeting dei clienti o qualsiasi altro servizio di mobilità.
  • Luoghi intelligenti guidano i risultati di business: Aruba, una società HPE, dimostra come la tecnologia IoT aiuta a trasformare le esperienze in luoghi fisici come uffici, negozi, ospedali o città, per raggiungere obiettivi come maggiore produttività dei dipendenti, maggiore sicurezza, processi ottimizzati e crescita dei ricavi. Ad esempio, l’IoT Innovation Lab di Ginevra dispone di un ufficio intelligente dotato di reti Wi-Fi e cablate Aruba, servizi di localizzazione Aruba Beacons e Aruba Meridian, il tutto integrato con applicazioni aziendali. Utilizzando l’app mobile di Meridian, i visitatori possono trovare rapidamente la loro strada verso le stanze e, in base alla presenza dei visitatori, la sala riunioni attiverà automaticamente vari flussi di lavoro. Ad esempio, una volta che il visitatore arriva nella stanza, la location è contrassegnata come “occupata”.
  • Garantire la sicurezza e la qualità del servizio negli ambienti IoT : la continua crescita di edge e IoT crea nuove sfide per le aziende per offrire la migliore esperienza utente e per garantire la sicurezza delle infrastrutture abilitate IoT. Aruba presenta Aruba IntroSpect, un software di sicurezza di apprendimento automatico basato sull’IA che rileva piccoli cambiamenti nel comportamento dei dispositivi che sono spesso indicativi di attacchi informatici che hanno eluso le tradizionali difese di sicurezza. La soluzione è utilizzata da Cadence Design Systems e altre grandi organizzazioni a livello globale. Inoltre, Aruba avrà anche una garanzia del servizio soluzione dall’acquisizione di Cape Networks che aiuta i reparti IT a risolvere i problemi di assistenza prima che si verifichino per gli utenti e i dispositivi IoT. Esegue test simulati continui per monitorare la connettività di rete, i servizi di rete, l’autenticazione, la risposta captive portal, il cloud e le applicazioni interne in posizioni critiche come uffici, impianti di produzione, vendita al dettaglio, assistenza sanitaria e tipi di ambienti simili.
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>