Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.IoT

L’IoT per decisioni data-driven atte a ridurre l'impatto ambientale del business

La nuova suite di soluzioni progettata da NTT fa leva sull'uso intelligente della connettività IoT per supportare le organizzazioni nel raggiungimento dei propri obiettivi di sostenibilità e nel miglioramento dell’intera operatività, sia che si tratti di ridurre gli sprechi dovuti ai difetti di produzione o di comprendere l’impatto ambientale della loro supply chain

Le tecnologie Internet of Things (IoT) costituiscono uno strumento essenziale nella lotta globale contro i cambiamenti climatici. Ed è proprio sull’uso intelligente della connettività IoT che si basa la nuova gamma di soluzioni end-to-end presentate da NTT con l’obiettivo di aiutare le organizzazioni a fare ulteriori progressi nei confronti delle iniziative di sostenibilità globali e a prendere decisioni data-driven per ridurre il loro impatto ambientale.

Grazie ad una integrazione IT/OT sicura e ad un supporto end-to-end, IoT Services for Sustainability consente alle organizzazioni di rendersi conto velocemente dei benefici introdotti che includono un risparmio dei costi energetici, una più rapida riduzione delle emissioni nocive, un’eccellenza operativa avanzata e una migliore abilitazione del lavoro per tutta l’organizzazione. La gamma di soluzioni è supportata dalla nuova rete LoRaWAN di NTT e dal suo catalogo di sensori per misurare, monitorare e raccogliere dati per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità.

Nello specifico, OCR Meter Reading è un lettore ottico che fornisce dati quasi in tempo reale da qualsiasi tipo di contatore (acqua, luce e gas) e può leggere qualsiasi altra tipologia di strumento, come barometri e termometri; Water Leak Management offre protezione in tempo reale contro i danni causati dall’acqua per progetti di spazi intelligenti; la soluzione di Predictive Maintenance raccoglie i dati dai sensori per creare modelli in grado di prevedere l’insorgere di un eventuale downtime causato da incidente oppure la necessità di sostituire un determinato elemento dell’infrastruttura; infine, la tecnologia di Environmental Monitoring usa i sensori per rilevare la presenza di sostanze inquinanti nell’aria e nell’acqua così come per tracciare la temperatura e il livello di umidità.

Alla guida delle iniziative IoT e di sostenibilità: Devin Yaung, leader del settore wireless con oltre 25 anni di esperienza tecnologica incentrata sulla trasformazione del business, SVP of Group Enterprise IoT Products and Services di NTT Ltd; e Vicky Bullivant, che vanta 25 anni nella creazione e realizzazione di strategie di successo nell’ambito della sostenibilità, del sociale, del clima e delle attività di ESG a supporto degli obiettivi commerciali in ambienti aziendali in rapida evoluzione, a cui è stata assegnata la carica di Senior Vice President, Group Sustainability di NTT Ltd.Circa i due-terzi (61,4%) dei CEO sostengono che stanno allineando le proprie strategie di business con i Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite. Tuttavia, solo 2 aziende su 5 possiedono le soluzioni necessarie per rispondere agli obiettivi più immediati della propria organizzazione – spiega Devin Yaung, SVP of Group Enterprise IoT Products and Services – Pertanto, oggi è più cruciale che mai dare priorità e fornire soluzioni di sostenibilità per le aziende clienti. La nostra nuova gamma di soluzioni supporterà le organizzazioni nel raggiungimento dei propri obiettivi di sostenibilità e nel miglioramento dell’intera operatività, sia che si tratti di ridurre gli sprechi dovuti ai difetti di produzione o di comprendere l’impatto ambientale della loro supply chain. L’IoT consentirà alle imprese di prendere decisioni in tempo reale, semplificando i processi e trasformando la sostenibilità del proprio business.”

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo