Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Cloud

Nutanix porta l’Edge computing nei servizi IoT

La società specializzata in Cloud presenta la sua nuova soluzione progettata per facilitare il lavoro degli sviluppatori che progettano applicazioni di Internet Of Things

Elimina la complessità, velocizzare l’implementazione e permettere agli sviluppatori di focalizzarsi sulle logiche di business che alimentano le applicazioni e i servizi IoT. E’ l’obiettivo di Xi Iot, il nuovo servizio di Edge Computing realizzato da Nutanix, società specializzata nell’enterprise Cloud computing.

“L’attuale modello IoT in cui l’enorme quantità di dati dei dispositivi edge viene inviata per l’elaborazione verso un cloud centralizzato ha fortemente limitato la capacità dei clienti di prendere decisioni operative in tempo reale sulla base delle informazioni ottenute dall’edge – spiega Nutanix in una nota – Per i clienti, il percorso per ottenere valore da questa incredibile mole di dati è ostacolato  da problemi di latenza, mancanza di scalabilità e autonomia, nonché da problematiche di conformità e privacy”.

Proprio su questa criticità si innesta il valore aggiunto offerto dalla piattaforma Xi IoT, che  offre funzionalità di calcolo locale, machine inference e data services per eseguire un’elaborazione in tempo reale presso l’edge. “Xi IoT Data Pipelines sposta in modo sicuro e intelligente i dati analizzati su una piattaforma cloud pubblica (Azure, Aws o Gcp) o privata per un’analisi a lungo termine. I cloud edge e core lavorano sugli stessi dati e sono gestiti dallo stesso management plane, in modo che i clienti di Xi IoT abbiano una visione di dettaglio semplificata delle proprie implementazioni. Poiché Xi IoT offre configurazione e gestione automatica dei dispositivi edge – prosegue il comunicato – si elimina il rischio di violazioni alla sicurezza IoT causate da errori umani, incrementando quindi l’efficienza complessiva e riducendo il costo di utilizzare dispositivi edge in tutto il mondo”.

Gli sviluppatori hanno così a disposizione un’ampia gamma di API aperte per distribuire applicazioni data science di nuova generazione come applicazioni containerizzate o functions, che sono piccoli frammenti di codice.

“Per le organizzazioni aziendali è fondamentale disporre di una strategia edge per unificare la connettività dall’edge al cloud, per creare rapidamente applicazioni IoT e fornire analisi dettagliate in tempo reale il più vicino possibile al luogo in cui viene generato il dato – spiega Ashish Nadkarni, group vice president, Infrastructure systems, platforms and technologies di Idc – Le soluzioni come Nutanix Xi IoT permettono alle aziende che voglio essere sempre competitive di stare al passo col mercato e di identificare nuove opportunità per accrescere il loro business”.

CATEGORIE:

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 giugno 2017