Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Automotive

Chance digitale per l’automotive: dalla guida autonoma agli showroom virtuali

Ecco le soluzioni per la mobilità del futuro abilitate dal digitale: l'automotive non è solo self driving car, ma anche auto connesse e mappe intelligenti. Danilo Poccia (Aws): “In questo settore l’innovazione gioca un ruolo cruciale”

Dall’acquisto dell’automobile all’esperienza di guida, la digital transformation è destinata a diventare un fattore rivoluzionario per il mercato delle quattro ruote, aprendo nuovi scenari, cambiando in profondità la customer experience e offrendo all’industria automotive importanti opportunità per la creazione di  valore. Sarebbe riduttivo in questo senso parlare soltanto dell’automobile a guida autonoma, settore in cui i trial sono già in fase avanzata: un ruolo decisivo lo giocherà infatti la nuova dimensione che la mobilità sta già assumendo, tra assistenti virtuali e tecnologie di sicurezza, entertainment e sostenibilità ambientale. Ad abilitare questa rivoluzione sono l’intelligenza artificiale e i sensori intelligenti, che possono dispiegare la massimo le proprie potenzialità grazie al cloud. A fornire il quadro delle principali innovazioni in via di implementazione è Amazon Web services, che per spiegare le potenzialità del settore punta su auto connessa, showroom virtuale, veicoli senza pilota e mappe intelligenti.

Da Audi a BMW, è il momento della digital transformation nell’automotive

Il digitale infatti può trasformare il mondo delle quattro ruote già prima che l’utente salga a bordo del mezzo: l’esempio lo offre software ZeroLight che in collaborazione con Audi ha sviluppato esperienze ultra-realistiche in cui è possibile esplorare, configurare e interagire con l’auto attraverso render 3D che ne riproducono e ne permettono la personalizzazione in ogni minimo dettaglio. Una sorta di showroom che è in grado di offrire prodotti tailor made, consultabile su qualsiasi dispositivo, in qualsiasi parte del mondo grazie alle potenzialità del cloud.

Ma al di là della realtà virtuale e della realtà aumentata, il campo della mobilità sarà sempre più contraddistinto dall’uso massiccio dell’Internet of Things: è il caso di Bmw, che mette a disposizione degli utenti della serie 7 un esempio sofisticato di connettività intelligente ed elaborazione dati sul cloud chiamato Carasso (Car-as-a-Sensor). E’ una soluzione che permette al cliente Bmw di disporre di informazioni costantemente aggiornate, ad esempio, sui limiti di velocità, l’ottimizzazione del percorso o le geometrie della sede stradale. I sensori trasmettono i data set sul cloud di Aws, dove vengono elaborati da Bmw e dai suoi partner di navigazione, per tornare la mezzo sottoforma di aggiornamenti.

WHITEPAPER
CX: perchè l'intelligenza emotiva è importante per fidelizzare i clienti?
Marketing
Inbound

Novità dietro l’angolo anche per il settore delle mappe, in cui Here, società specializzata nella realizzazione di mappe in alta definizione e servizi basati sulla localizzazione, ha sviluppato una nuova soluzione basata sul cloud Aws, HD Live Map, che è in grado di fornire all’intelligenza artificiale tutte le informazioni necessarie per effettuare manovre in totale sicurezza e nel rispetto del codice della strada. Si tratta di una soluzione essenziale per la tecnologia delle auto senza pilota, dove i veicoli- per viaggiare in sicurezza – hanno bisogno di una mole di informazioni enormemente superiore rispetto ai mezzi tradizionali.
“In un settore in evoluzione come quello automotive – afferma Danilo Poccia, technical evangelist in Aws – l’innovazione sta giocando un ruolo cruciale permettendo ai clienti di beneficiare dei progressi delle nuove tecnologie”.

 

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo