Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
CANALI arrow_drop_down
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Esperto Risponde

Che cos'è il 3D Printing (o Additive Manufacturing)?

ESPERTO RISPONDE - Che cos'è la Stampa 3D, per quale ragione si parla di manifattura additiva, e come è possibile realizzare, in un unico processo di stampa, oggetti che tradizionalmente sono realizzati in diversi componenti singoli


Bacchetti - Zanardini esperto risponde 3dGentili lettori,
inizia con questa prima risposta al tema 3D Printing e IoT la nuova rubrica ESPERTO RISPONDE con la quale cercheremo di fare luce su una delle tecnologie che più sta impattando sia sul mondo industriale che su quello consumer: la Stampa 3D o stampa additiva.
Con questa rubrica risponderemo anche alle vostre domande che potete inviare a redazione@internet4things.it

Rispondono i nostri esperti
ANDREA BACCHETTI @andreabacchetti e MASSIMO ZANARDINI


Alla scoperta di 3D Printing e Additive Manufacturing

La stampa 3D è ad oggi, nell’ambito di Industry 4.0, la tecnologia digitale più dirompente, in grado (potenzialmente) di stravolgere i tradizionali paradigmi produttivi. Si tratta di una vera e propria rivoluzione, visto che la produzione non avviene più per asportazione di materiale dal pieno, bensì si parte da un modello 3D (virtuale) e poi si “stampa” strato dopo strato, esattamente (o quasi) come accade nelle comunissime stampanti ad inchiostro che abbiamo in casa o in ufficio. Una rivoluzione poi che si aggancia e integra con i processi legati alla Smart Manufacturing e all'IoT. Per queste ragioni, si parla (più propriamente) di Manifattura Additiva. Il processo di produzione additiva ha come input la realizzazione del modello 3D dell’oggetto (progettazione CAD), a cui segue un processo semi-automatico (svolto oramai da tutti i più diffusi software di progettazione) di conversione del file in formato STL, che prevede la scomposizione dell’oggetto in strati (layer) stampabili dalle stampanti 3D.

Figura 1 - Processo di realizzazione tramite stampa 3D

Figura 1 - Processo di realizzazione tramite stampa 3D

Infine, a valle del processo di stampa, sono (spesso, dipende dalla finalità d’uso) necessarie attività di post-produzione e finitura, per ottenere adeguati livelli di finitura e proprietà meccaniche del manufatto realizzato.

Uno degli elementi peculiari di tutte le tecnologie di stampa 3D è la possibilità di realizzare, in un unico processo di stampa, oggetti che tradizionalmente sono realizzati in diversi componenti singoli, successivamente da assemblare. A titolo esemplificativo, tramite stampanti 3D è possibile produrre oggetti che incorporano anche elementi mobili, come la chiava a pappagallo in Figura 2.

Figura 2 - Chiave a pappagallo riproducibile con stampa 3D

Figura 2 - Chiave a pappagallo riproducibile con stampa 3D

Sebbene tale tecnologia sia “sotto i riflettori” apparentemente solo da qualche anno, il primo brevetto risale addirittura agli anni 80! Ad inventarla fu Chuck Hull, tutt’oggi presidente di 3D Systems (una delle aziende leader di mercato nella produzione di stampanti in ambito industriale), che lanciò sul mercato il primo modello di stampante SLA (Stereolitografia), che tramite impressione da parte di un raggio UV permette la solidificazione di resine o fotopolimeri che andranno a comporre il prodotto desiderato.

A tutti gli effetti, c’è stato bisogno di un processo di “incubazione” di quasi 30 anni affinché la stampa 3D divenisse tecnicamente ed economicamente valida per applicazioni di interesse anche nell’industria, al di fuori della sola prototipazione rapida.

 

Di questo ed altro parleremo nelle prossime puntate della rubrica.

Vai alla pagina principale de l'ESPERTO RISPONDE

Resta aggiornato sull'universo IoT! Iscriviti alla nostra newsletter!

email
Industry 4.0
Le regole, le specifiche e le linee guida per il mondo dell'IoT industriale e del Machine2Machine in particolare
16 maggio 2016
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy