Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

Industry 4.0, così le aziende affrontano l’innovazione digitale

Oltre i due terzi dei 250 leader dell’industria manifatturiera a livello globale (in Italia il 54%) vedono la digital transformation come la chiave per il successo del futuro. È quanto emerge da un sondaggio promosso da Fujitsu

L’innovazione digitale è la più grande sfida del settore manifatturiero secondo il 62% dei 250 manager di aziende industriali che hanno partecipato a una recente survey commissionata a livello globale da Fujitsu. Più di 3/4 (più precisamente il 77%) degli intervistati considera la tecnologia come la chiave per il successo nel prossimo futuro, e ancora il 77% ha sottolineato la necessità per la propria azienda di muoversi il più velocemente possibile per mantenersi all’altezza delle posizioni raggiunte in un mondo sempre più digitalizzato. A livello italiano, il 67% del campione dichiara che gli investimenti in innovazione sono al primo posto per garantire alla propria organizzazione di continuare a competere.
Il settore manifatturiero è tra i più ottimistici per quanto riguarda l’innovazione digitale, con più di 2/3 (69%) “entusiasti” riguardo la digitalizzazione (è il 47% per il campione italiano). Ben l’80% ha dichiarato come questo fenomeno rappresenti una forza positiva per il proprio business e per l’intero settore (il 67% a livello italiano).
I manager italiani, in particolare, affermano che finora il principale impatto derivante dalla digital disruption al loro settore è stata una maggiore spinta al cambiamento e all’innovazione (50%). Dei 250 capi di aziende manifatturiere intervistati in tutto il mondo, quasi tutti (il 98%) hanno dichiarato che la propria organizzazione è già stata impattata dai fenomeni di innovazione digitale (il 73% in Italia) mentre il 92% (l’88% degli italiani) hanno in cantiere progetti per sfruttare al massimo le opportunità che questo processo può offrire.

Chi influenza il cambiamento

A livello italiano, si ritiene che a influenzare il cambiamento del settore abbiano un ruolo fondamentale i clienti (per il 45% del campione) e i partner e terze parti (per il 26% del campione).
Nel settore manifatturiero, secondo i manager le più grandi opportunità riguarderanno la trasformazione delle business operations e dei processi aziendali. Come risultato, più della metà (55%) identifica l’“investimento in innovazione” come chiave di successo per il futuro, e più di 3/4 (77%) crede che la tecnologia sia centrale per il successo della propria azienda. A livello italiano, tra le misure messe in atto per affrontare la digital disruption, il 66% del campione indica sia gli investimenti in tecnologia e innovazione sia l’individuazione di specifiche competenze, e il 37% indica invece il cambio di strategia di business e lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi.

La collaboration con gli esperti è vitale

I manager del settore manifatturiero preferiscono non sopravvalutare la propria abilità nell’utilizzare la giusta tecnologia: il 71% ha infatti dichiarato che collaborare con esperti di tecnologia è vitale per il successo futuro. Lo sviluppo di partnership con altre organizzazioni è anch’esso visto come una chiave per poter gestire l’innovazione tecnologica. Il 36% (il 33% a livello nazionale) ha infatti dichiarato di avere già in programma lo sviluppo di partnership strategiche.
I manager dell’industria manifatturiera stanno inoltre acquisendo sempre più confidenza nell’affrontare i temi relativi all’innovazione tecnologica. A livello globale, più della metà (54%) ha infatti dichiarato di essere più consapevole e preparato oggi nel prendere le decisioni corrette sui temi di digitalizzazione rispetto a 2 anni fa, mentre in Italia l’81% del campione dichiara di avere la stessa consapevolezza. Tuttavia, la stessa percentuale, solo il 39,6% del campione locale, ha ammesso come l’innovazione digitale renda più difficile il prendere decisioni che abbiamo un impatto nel lungo termine.
Alto è il livello di fiducia generale per l’industria manifatturiera. Il 69% la considera infatti come leader nel processo di trasformazione digitale. A livello globale, il 63% degli intervistati ritiene che la propria azienda stia trainando il processo di cambiamento; in Italia questa consapevolezza è presente “solo” nel 39% degli intervistati. In più, oltre la metà (56%) ritiene che il proprio Paese di origine si stia posizionando come esempio di digitalizzazione per altri. Il campione italiano non è altrettanto fiducioso, dato che solo il 23% pensa a un ruolo di leadership dell’Italia in questo ambito. In ogni caso, il settore manifatturiero si attesta come uno di quelli più confidenti nella propria leadership – preceduto soltanto da quello dei servizi finanziari.
Riferendosi alla propria organizzazione, il 66% del campione italiano dichiara che il processo di innovazione è in capo al top management e che le decisioni relative agli investimenti nel prossimo futuro riguarderanno le tecnologie (54%) per diventare una struttura più agile (37%).
“Le imprese sono chiaramente confidenti sugli aspetti positivi che il processo di digitalizzazione può portare al loro business – è il commento di Christof Schleidt, Director Business Development e Trasformazione Digitale di Fujitsu – in molti, si considerano gli innovatori nel proprio settore. I top manager dell’industria manifatturiera credono che la tecnologia e l’innovazione siano la chiave di successo per il loro futuro. Inoltre, lo studio evidenzia come gli intervistati non stiano sovrastimando le proprie capacità, riconoscendo di dover fare di più per sviluppare correttamente le proprie attività digitali e, per questo, stanno stabilendo partnership strategiche per definire i propri piani di sviluppo. Siamo davanti a un momento ricco di stimoli per il settore manifatturiero, per come la digitalizzazione sta impattando e trasformando il business. Tuttavia questo processo comporta che le aziende dovranno muoversi sempre più velocemente nel futuro per poter tenere il passo con l’intero settore”.

Industry 4.0
Le regole, le specifiche e le linee guida per il mondo dell'IoT industriale e del Machine2Machine in particolare
16 maggio 2016