Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Cloud

Vodafone: «Le aziende ci chiedono come raggiungere i clienti, gestirli, e inventare business con il Mobile»

La risposta è un’offerta su tre aree, Operational Assistance, Customer Engagement, e Business Innovation, ci spiega Alessandro Canzian, Corporate Marketing Director di Vodafone Italy. Con una casistica dalla sales force automation su tablet alla carta fedeltà digitalizzata, fino all’IoT per le assicurazioni e l'alimentare, e al Mobile POS sui tablet dei commessi nel retail

Alessandro Canzian, Corporate Marketing Director di Vodafone ItalyLa “Mobile enterprise” è ormai un’espressione di solida realtà anche in Italia, dove gli investimenti sulle tecnologie Mobile per usi di business rappresentano volumi di spesa di miliardi di euro con tassi di crescita impressionanti. Non è una sorpresa che anche Vodafone, uno dei principali operatori del settore Mobile in Italia, abbia già una strategia ampia e articolata per proporre servizi alle aziende, di cui Alessandro Canzian, Corporate Marketing Director di Vodafone Italy, ci dà una fotografia aggiornata, entrando in dettaglio sulle aree a maggior potenzialità di crescita.

«L’obiettivo è proporre servizi digitali che, partendo da un terminale mobile, arrivano a incidere in modo anche molto importante sul business delle aziende, e spesso di iniziare il loro percorso di digitalizzazione». Per scegliere le aree d’azione, continua Canzian, «siamo partiti dalle domande che ci fanno imprenditori e manager, che in questa fase sono sostanzialmente tre: come arrivare meglio ai clienti finali, come gestire meglio la relazione con questi clienti, e come inventarsi grazie alla tecnologia nuove fonti di ricavo, servizi, prodotti, e modi di introdurre efficienza riducendo i costi».

Il risultato è un’offerta su tre aree – Operational Assistance, Customer Engagement, e Business Innovation – che Canzian illustra con alcuni esempi. «In ambito Operational Assistance proponiamo soluzioni per comunicare in modo più efficace e indipendente da tipo di terminale e location dell’utente, accelerare i processi di decisione, ridurre i costi di comunicazione e ingaggio, e aumentare la produttività del personale». Un’azienda con forza vendita itinerante per esempio può usare un sistema di sales force automation su tablet per creare opportunità, individuare clienti, costruire l’offerta per il cliente, formalizzare il contratto e anche acquisire la firma del cliente: «Il tutto senza stampare un foglio di carta».

 

Auto, l’IoT per capire cosa avviene in caso d’incidente

Per il Customer Engagement un caso tipico è quello del retailer con una rete commerciale di negozi e anche magari un sito eCommerce: «A questo tipo di cliente proponiamo un’applicazione che gestisce il programma fedeltà, comunica in modo mirato informazioni, promozioni, iniziative sul territorio, e permette anche, acquisendo gli opportuni dati e autorizzazioni, di completare alcuni tipi di transazioni direttamente».

Quanto alla Business Innovation è molto interessante l’esempio delle assicurazioni, tra le prime a sfruttare concretamente le tecnologie internet of things (IoT). «Il concetto è capire l’uso effettivo dell’automezzo, attraverso un box a bordo con una SIM che realizza misure molto precise, permettendo di premiare i comportamenti di guida virtuosi, di costruire offerte commerciali basate sul numero di giorni di reale uso dell’auto, e di capire, in caso di sinistro, cosa sia effettivamente avvenuto».

Uno strumento quindi dalle potenzialità fortemente innovative, dal punto di vista sia commerciale, sia di gestione dei rischi. «Vodafone crede molto nella IoT, al punto che ha acquisito l’azienda italiana Cobra: sarà il nucleo intorno al quale sviluppare una proposizione basata sulla telematica di bordo, per le autovetture ma anche per altri mezzi di spostamento».

 

Food, temperature tracciate su tutta la supply chain

Altro settore in cui Vodafone sta lavorando è l’alimentare: «Un progetto molto interessante è per un’azienda di prodotti di alta qualità, che devono mantenere temperature controllate sia nel trasporto che nell’esposizione. Abbiamo realizzato un sistema di rilevazione per frigoriferi che evidenzia eventuali momenti di temperatura inadeguata che possono portare a scartare il lotto». Sempre nel settore alimentare, una grande opportunità è legata alle vending machine, le distributrici automatiche di alimenti e prodotti: «Ormai sono in gran parte connesse, e questo può essere sfruttato per gestire la cash collection e in prospettiva i pagamenti elettronici».

Il Retail, continua Canzian, è un altro ambito molto attivo, specialmente quello del fashion/abbigliamento, spesso pioniere di soluzioni che poi si estendono ad altri settori con la stessa esigenza: attivare il cliente nel momento in cui manifesta interesse per un prodotto, sul sito web o davanti alla vetrina del negozio. «Occorre far partire un ciclo d’ingaggio vero e proprio che mantiene coerente l’esperienza del cliente, conduce all’acquisto nel canale preferito (negozio fisico, eCommerce, ecc.) e continua, magari proponendo altre cose dopo qualche giorno o settimana».

 

Nei piani una piattaforma di servizi a disposizione di aziende e sviluppatori

Le tecnologie a supporto di tutto ciò sono di varia natura e spesso legate al punto vendita, «che è un punto di convergenza della nostra offerta di connettività, fissa e mobile, con possibilità di attivare una rete wifi, sia a beneficio dei clienti del negozio, sia dei dipendenti, che possono assistere e vendere magari attraverso dei tablet». A questo proposito Vodafone propone un sistema di mobile POS che permette di pagare saltando il passaggio alla cassa attraverso il tablet del commesso: «Si possono così agevolare anche quegli acquisti d’impulso ai quali a volte il cliente rinuncia quando vede code».

Infine per quanto riguarda i piani per l’immediato futuro, «il primo è valorizzare l’Ultra broadband, ovvero 4G e rete in fibra, mentre sul fronte dei servizi digitali il disegno strategico è mettere in condizione i clienti di sviluppare servizi e applicazioni insieme a noi: stiamo lavorando a una piattaforma che mette a disposizione di grandi aziende e comunità di sviluppatori i connettori con cui beneficiare delle nostre funzionalità di rete, servizi Cloud, servizi di identificazione, per realizzare le loro esigenze al meglio e molto velocemente, disintermediando dei passaggi».

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>