Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Smart Mobility

La digitalizzazione trasforma il mondo della mobilità

Secondo l'Indra Transport Trends, Intelligenza Artificiale, Cloud, Big Data, IoT, Realtà Aumentata e Machine Learning sono destinati a trasformare radicalmente il mondo della mobilità, a tutto vantaggio di utenti e operatori

Le tecnologie digitali sono destinate a impattare profondamente sul futuro della mobilità a livello globale: lo evidenzia il report Indra Transport Trends, secondo cui Intelligenza Artificiale, Cloud, Big Data, IoT, Realtà Aumentata e Machine Learning faranno da traino alle nuove tendenze del settore, tra cui la “mobilità as a service”, l’intermodalità, la guida autonoma e la manutenzione predittiva. Le tendenze principali appaiono chiare: gli utenti vogliono avere il controllo dei loro viaggi e presto usufruiranno di un trasporto ottimizzato, più economico e senza barriere tecnologiche, con informazioni in tempo reale adattate alle loro preferenze ed esigenze. Questo comporterà importanti vantaggi per utenti e operatori, che beneficeranno di costi inferiori, di maggiore sicurezza alla guida e della riduzione dell’impatto ambientale. Lato clienti, grazie all’utilizzo dei Big Data, lo scenario del futuro sarà ad esempio quello di un utente che potrà configurare il proprio profilo, scegliere i diversi mezzi di trasporto e pagare alla fine del mese in base all’utilizzo, oltre a beneficiare di “premi” per le scelte più sostenibili.

D’altro canto gli operatori dei trasporti avranno a disposizione un sistema di gestione integrata dei loro percorsi, centralizzato e connesso con le informazioni dei viaggiatori e del traffico, in cui l’apprendimento automatico e i big data renderanno più facile ridimensionare i percorsi in tempo reale e creare percorsi personalizzati per gli utenti di altri mezzi di trasporto.

I gestori del traffico e i concessionari autostradali si evolveranno verso un modello di mobility-as-a-service (MaaS) per gli utenti di auto, che includerà soluzioni per l’accesso a determinate rotte, prezzi modulari e pagamenti in base alle condizioni della strada, al giorno, orario e occupazione. Ovviamente un impatto arriverà dall’introduzione delle auto connessa e autonoma, sviluppata grazie all’IoT e alle nuove comunicazioni mobile sicure, che cambierà radicalmente l’esperienza dell’utente, che potrà accedere a tutte le informazioni e i servizi di assistenza disponibili per una guida più sicura.

Novità in arrivo anche dal punto di vista della logistica: gli operatori avranno a disposizione in futuro piattaforme integrate di gestione delle merci con tracciabilità totale, basata su blockchain e smart contracts, connessi ai dati del traffico in tempo reale. In questo modo sarà semplificata la distribuzione, che avrà un minore impatto ambientale ottimizzando il carico su treni e camion.

Secondo il rapporto, infine, la manutenzione delle infrastrutture di trasporto sarà sempre più predittiva, a partire dalla stessa progettazione dell’infrastruttura in BIM (Building Information Model), fino alla raccolta dei dati rilevanti attraverso i big data per stabilire indicatori e modelli che, supportati dall’intelligenza artificiale, faciliteranno il processo decisionale.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>