Le lavagne interattive Ricoh per la smart collaboration di Nice | Internet 4 Things

Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Smart Building

Le lavagne interattive Ricoh per la smart collaboration di Nice

Nice, multinazionale italiana di riferimento internazionale nell’home automation, home security e smart home, migliora la condivisione e la gestione delle informazioni durante le riunioni e nella sede dove si svolgono le attività di R&D grazie alle lavagne interattive Ricoh integrate alla videoconferenza

A prescindere dalla dimensione, oggi tutte le imprese hanno bisogno di strumenti che abilitino la condivisione di informazioni, practice, dati tra team e dipartimenti, con l’obiettivo di migliorare la produttività, ottimizzare i flussi di lavoro e ridurre i costi operativi, grazie a modelli di collaborazione intelligente.

L’innovazione è fondamentale per competere in un mercato in costante cambiamento. E la cosa davvero importante è che questa trasformazione digitale riguardi non solo la garanzia di qualità e affidabilità ai clienti tramite prodotti studiati a pennello, bensì impatti anche i processi aziendali interni atta a migliorare l’efficienza organizzativa. Un’esigenza che diventa ancora più pressante oggi, se si considerano i termini di flessibilità e di lavoro da remoto.

Nice, multinazionale italiana attiva nell’home automation, home security e smart home, si è rivolta a Ricoh, per introdurre le sue soluzioni di Digital Workplace e nello specifico le lavagne interattive a supporto della collaboration negli uffici e nella sede dove si svolgono le attività di R&D.

Lavagne interattive per la collaboration

Semplificare e velocizzare la collaborazione tra le persone e la condivisione delle informazioni. È in quest’ottica che si cerca di studiare soluzioni intelligenti e automatiche per sale riunioni e spazi per i meeting.

WHITEPAPER
Big Data Analytics: dai browser ai social. Come analizzare la quantità crescente di dati?
Big Data
Business Analytics

Ciro Risi, System Administrator di Nice, spiega come in precedenza l’azienda usava strumenti manuali come le lavagne a fogli mobili oppure soluzioni come monitor a cui veniva collegato un PC come supporti nel corso di riunioni e brainstorming. “Una modalità operativa poco funzionale e inadeguata alle esigenze delle aziende di oggi in termini di flessibilità e di lavoro da remoto”.

Migliorare la condivisione di contenuti e presentazioni durante le riunioni e rendere più efficace la gestione delle informazioni alla base delle attività di Ricerca e Sviluppo. E’ stato questo lo scopo del progetto di Ricoh, già partner dell’azienda per i sistemi di stampa e multifunzione, che ha previsto l’installazione di sette lavagne interattive. Diverse le dimensioni a disposizione (55, 75, 65 e 84 pollici) da scegliere a seconda degli spazi di utilizzo.

Nello specifico, le lavagne interattive con display touch consentono di condividere file, scrivere annotazioni su documenti per poi salvarli, stampare e inviare via e-mail quanto visualizzato.

“Particolarmente interessante – commenta Ciro Risi – è la possibilità di integrare le whiteboard con tool per la videoconferenza per una collaborazione ancora più immediata tra tutte le sedi. Un altro aspetto molto apprezzato è la possibilità di collegare le lavagne ad altri dispositivi mediante rete wi-fi, per cui non servono cavi che comunque risulterebbero antiestetici”.

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo