In India il cellulare aiuta la polizia stradale

A Mumbai, in India, la polizia ha introdotto un sistema che permette, attraverso l’uso del cellulare, di accedere ad un database per verificare se gli…

Pubblicato il 01 Gen 2009

A Mumbai, in India, la polizia ha introdotto un sistema
che permette, attraverso l’uso del cellulare, di accedere
ad un database per verificare se gli automobilisti sottoposti a
controlli hanno già violato il codice della strada per guida
in stato di ebbrezza a partire da giugno 2007. Attualmente i
cellulari in dotazione alle forze dell’ordine sono 5.000,
mentre il database elettronico contiene più di 20.000
automobilisti che sono stati multati per guida in stato di
ebbrezza. Una volta fermato un automobilista, gli ufficiali
possono inviare una richiesta al server centrale attraverso il
proprio telefono e ricevere conferma immediata se il soggetto
ha già effettuato in passato trasgressioni al codice della
strada. L’intero processo di richiesta di dati dura circa
5 secondi.
Il sistema sembra essere
particolarmente efficace nell’individuare automobilisti
che guidano con patenti sospese o scadute, oppure utilizzano
copie illegali dei documenti di guida in quanto i loro permessi
sono stati ritirati. La soluzione verrà estesa in concomitanza
all’espansione del database, che includerà informazioni
più precise sugli automobilisti, come i tipi di infrazioni
commesse e le corrispondenti sanzioni comminate.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2