Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi

Le esigenze di sicurezza e gestione integrata dei dati spingono all’adozione di soluzioni Mobile che portano la cura al letto del paziente  

Pubblicato il 01 Giu 2009

L'Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi,
attraverso una realizzazione progettuale graduale e progressiva
del sistema informativo clinico GALILEO di NoemaLife, sta
portando avanti con molta soddisfazione la costruzione
dell’infrastruttura di supporto per la gestione efficace
dei pazienti nell’ambito dei diversi Percorsi Clinici e
la standardizzazione dei Processi di Cura.

Gli investimenti ICT si sono focalizzati inizialmente
sulla gestione integrata di dati attraverso collegamenti
(basati su messaggistica HL7) tra i principali applicativi in
uso quali Pronto Soccorso, Laboratorio, Radiologia,
Cardiologia, Dialisi, Sale Operatorie, Rianimazione nonché i
servizi di base CUP, ADT e Anagrafe Centralizzata.
L’implementazione del sistema prevede un
approccio orizzontale basato su alcune funzionalità di base
diffuse in modo capillare su tutti i reparti
aziendali
. Le principali funzioni realizzate
comprendono: identificazione univoca del paziente nelle diverse
modalità di accesso, gestione ricoveri e trasferimenti, order
entry, referti, consulenze specialistiche, lettera di
dimissione, gestione ambulatoriale con liste di lavoro,
refertazione specialistica e stampa delle ricette.

A questo nucleo iniziale di funzionalità sono ora stati
aggiunti nuovi moduli a completamento di una Cartella Clinica
Elettronica completamente integrata e in grado di gestire in
modo uniforme la valutazione iniziale del paziente, le
allergie, la gestione della terapia e il diario integrato
medicoinfermieristico. Tra le integrazioni più recenti si
segnala il collegamento diretto tra la CCE e la rete degli
elettrocardiografi aziendali, tutti collegati in rete (cablata
o wireless) per le richieste di ECG e la possibilità per il
cardiologo di effettuare la refertazione remota da qualunque PC
aziendale. Particolare attenzione è stata posta al
supporto della Patient Safety
. Grazie
all’adozione del braccialetto bar code, oltre
all’identificazione sicura del paziente, sono state
individuate alcune funzionalità fondamentali in cui
l’utilizzo del braccialetto consente di ridurre
notevolmente gli errori operativi evitabili: gestione del
prelievo sicuro (controllo paziente-campioni associati) e
gestione della somministrazione (controllo incrociato paziente
– prescrizione associata – farmaco da somministrare)
direttamente al letto del paziente. I dispositivi
utilizzati per la fruizione della CCE sono Tablet PC con
collegamento wireless
; sono già attive
sperimentazioni per l’utilizzo di Thin Client e la
virtualizzazione dei desktop su server, con notevole giovamento
in termini di manutenibilità e sostituibilità delle
postazioni di lavoro.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2