Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile App

Rugged computer per i trasportatori TNT: migliore gestione e risparmio sui costi

Investire nel Mobile conviene: TNT Express rinnova i terminali dei trasportatori, migliorando la gestione e riducendo i costi.

TNT Express Italy è, accanto a TNT Post, l’azienda italiana di TNT N.V., multinazionale olandese player globale del trasporto espresso e postale. In Italia opera con 134 filiali, 16 Hub, circa 1.500 TNT point, 5 customer service, 3.000 furgoni per la distribuzione, oltre 1.000 autotreni di linea e 5 aerei.

L’azienda serve più di 100.000 clienti, dalle grandi aziende ai privati, gestendo oltre 180.000 spedizioni al giorno. Gli autisti di TNT Express Italy sono stati dotati di un Pda Motorola, un dispositivo rugged, resistente a qualsiasi tipo di sollecitazione e caduta, collegati in real time con la sede centrale attraverso Rete Cellulare sulla quale sono trasmessi dati crittografati.

Le funzionalità dell’applicazione sono le seguenti:

  • supporto nella attività di inizio giornata;
  • informazioni sui ritiri;
  • informazioni sulle consegne;
  • supporto cartografico;
  • gestione di pagamenti tramite carte elettroniche;
  • sincronizzazione con la sede centrale;
  • supporto nelle operazioni di fine turno;
  • acquisizione della firma digitale.

Questa soluzione ha un grande impatto su tutte le attività svolte. In particolare viene ridotto il tempo dedicato dagli autisti alla comunicazione con la filiale ed eliminate alcune operazioni che prima erano demandate al back office (come, ad esempio, l’inserimento a sistema informativo delle consegne effettuate).

Inoltre, dal momento che la sincronizzazione dei dati tra i dispositivi mobili e la sede centrale avviene in tempo reale è stato ridotto anche il
carico di lavoro per il call center. Infine, la nuova soluzione permette agli autisti di raccogliere i pagamenti anche tramite carte di credito e bancomat, aumentando il livello di servizio offerto ai clienti.

L’applicazione è stata oggetto di un’analisi approfondita della School of Manangement del Politecnico di Milano, con l’obiettivo di valutare il ROI dell’investimento.

L’analisi ha evidenziato una riduzione del costo relativo ai trasportatori pari a 4 milioni di euro all’anno (-6%), ottenuta grazie all’ottimizzazione della gestione dei giri di consegna/ritiro. Importante è anche il risparmio sul costo del call center, pari a circa 2,2 milioni di euro all’anno (-24%), grazie alla disponibilità immediata di tutti i dati relativi alle consegne svolte e programmate. Infine la sostituzione dei vecchi apparati veicolari con i più moderni Pda ha portato un notevole risparmio in termini di costi di manutenzione e connettività, che si sono ridotti di circa 330.000 euro (-36%).

L’applicazione ha apportato anche ulteriori benefici a tutti i soggetti coinvolti nel processo di distribuzione. L’autista è infatti supportato da una cartografia aggiornata e ben visibile su display da 9 pollici e può scambiare messaggi con l’azienda in real time. Il cliente può utilizzare anche le carte di credito e Bancomat come mezzo di pagamento e può verificare le firme in consegna direttamente online. Infine, l’azienda conosce puntualmente, in tempo reale, lo stato di tutti i furgoni e, di conseguenza, di tutte le spedizioni.

L’investimento iniziale è relativo all’acquisto di 3.000 terminali, della piattaforma server (installata in sede), del software di gestione dei dispositivi e dell’interfacciamento con il sistema gestionale, per un totale di circa 7,3 milioni di euro; i costi annuali di manutenzione e connessione sono stati stimati nell’8% dell’investimento iniziale.

L’investimento ha un valore attuale netto positivo (NPV) pari a circa 17 milioni di euro e il tempo di ritorno dell’investimento (Pay Back Time) è pari a circa 22 mesi.

CATEGORIE:

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017