Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Mobile App

Le potenzialità delle soluzioni M2m

Le applicazioni Machine-to-Machine, dove macchine “intelligenti” comunicano autonomamente via rete mobile, fra loro o con dei centri di controllo, trovano ora terreno fertile in molteplici ambiti, da quello automobilistico alla Sanità  

Una delle cause imputabili alla rivoluzione delle
abitudini dei consumatori è stata l’introduzione della
comunicazione wireless, che interviene sia nella vita privata
che professionale. Oggi, si fa un largo uso del cellulare non
solo dal punto di vista tradizionale, fare e ricevere
telefonate, ma anche per inviare Sms, controllare la posta
elettronica e navigare in Internet.

Meno diffuso è invece l’utilizzo della connessione
dati attraverso il terminale mobile, nonostante le notevoli
potenzialità in essa insite; ed è proprio da queste
potenzialità che si sviluppa il promettente business del
Machine to machine. Attraverso tecnologie del tutto
simili a quelle dei cellulari, con moduli GSM/GPRS, è
possibile creare le cosiddette macchine intelligenti, capaci di
comunicare autonomamente via rete mobile, fra loro o con dei
centri di controllo
.

Tra i vantaggi dei servizi Machine to Machine si
annoverano:

• raccolta di informazioni real time sullo stato di
funzionamento di una macchina;

• applicabilità della soluzione ad un ampio numero
di macchinari;

• gestione e controllo dei parametri di
funzionamento delle macchine;

• manutenzione preventiva, correttiva e
continuativa;

• annullamento/riduzione dei tempi di non
lavorazione delle macchine e riduzione del numero di interventi
di assistenza non necessari;

• automazione dei processi.

 

Il mercato del Machine-to-machine
(M2m)

Nonostante le evidenti potenzialità dei servizi Machine
to machine, il mercato non è mai decollato secondo le
previsioni e fino ad oggi la diffusione dei servizi M2m è
stata frenata da una serie di barriere, fra cui:

• costo eccessivo degli apparati;

• mancanza di tariffe flat per la trasmissione
dati;

• frammentazione del mercato, con la presenza di
più tecnologie, spesso fra loro non interoperabili, tanti
attori diversi coinvolti lungo la catena del valore, mancanza
di standard di livello internazionale.

Queste barriere stanno andando riducendosi nel tempo e
il mercato annuale dei servizi M2m crescerà da circa
16 miliardi di dollari nel 2008 fino a più di 57 milioni di
dollari nel 2014
, in accordo con gli studi di Strategy
Analytics (Boston, Mass.), con una crescita media annua pari al
24%. Crisi economica permettendo, alla fine del 2009 il mercato
mondiale dei servizi M2m varrà circa 20 miliardi di
dollari.

In effetti, i principali gruppi di ricerca internazionali
sono concordi
nel tracciare previsioni
esponenziali di sviluppo del settore M2m. Già a partire dai
prossimi anni, il numero di utenti non umani di wireless
communication supererà di almeno venti volte il numero degli
abbonati umani. Nella sola Europa, ad esempio, oltre 200
milioni di veicoli potrebbero essere equipaggiati con
dispositivi in grado di comunicare costantemente la
propria
posizione e il proprio stato. Un
boost significativo sarà in particolare il ruolo primario che
gli operatori telefonici hanno mostrato di voler
occupare
. Alcuni di essi hanno deciso di occupare la
sola parte bassa del
mercato, quella relativa alle
infrastrutture di rete e ai servizi correlati e hanno ad
esempio introdotto le cosiddette Global SIM con tariffe flat
transazionali, riducendo la barriera costituita dagli alti
costi della trasmissione dati in roaming. Altri, più
lungimiranti, riconoscendo il maggior valore economico
rappresentato dalla componente di servizio, hanno deciso di
promuoversi “aggregatore di servizi”, gestendo da
un lato il cliente con approccio oneshop- stop e
dall’altro aggregando intorno a sé, con forme di
partnership più o meno spinte, i piccoli attori specializzati
nello sviluppo di singole soluzioni verticali. In questo modo,
facendo leva anche sulle evidenti economie di scala, riescono
finalmente ad offrire servizi endto- end al giusto
prezzo.

Nell’ottica sopra descritta, si collocano i recenti
accordi fra
AT&T e Jasper Wireless e fra Telit
Wireless Solutions e Telenor Connexion. AT&T sfrutterà la
piattaforma delle applicazioni di Jasper Wireless per creare
una nuova categoria di dispositivi mobili,

costruincludendo personal navigation, e-readers,
dispositivi Internet mobili, healthcare, tracking, ecc. Le due
società hanno istituito un accordo pluriennale per collegare e
supportare una varietà di servizi elettronici emergenti,
business e consumer, con la rete wireless nazionale di
AT&T. Altro esempio lampante è la partnership instauratasi
tra Telit Wireless Solutions, leader globale nelle
comunicazioni M2m, e Telenor Connexion, fornitore di
connettività, per coprire attività di marketing congiunto.
Entrambe le società si identificano come leader di innovazione
nei propri settori di riferimento. Esse combineranno il loro
know how per semplificare la connettività delle soluzioni M2m,
dando la possibilità ai proprio clienti di beneficiare di
un’offerta integrata.

 

La piattaforma di erogazione dei servizi
M2m

I servizi M2m vengono erogati attraverso una piattaforma
abilitante, costituita principalmente da tre componenti:

Service Delivery Platform (SDP);

Business Support Systems (BSS);

Operation Support Systems (OSS).

Le tre componenti sono basate in buona parte su prodotti
open source, e permettono innanzitutto l’erogazione
modulare di servizi M2m di qualità con un time-tomarket
aggressivo, gestiscono la base clienti attraverso il sistema di
CRM e in tempo reale il sistema di tariffazione dei servizi sia
nella modalità pre che post pagata; a seguito della
tariffazione, inoltre, è possibile generare ed inviare
fatture, cartacee e in formato elettronico. Il costante
monitoraggio dei sistemi di servizio è garantito dalla
componente OSS. Accenture si è dotata di questo tipo di
piattaforma per offrire alle proprie aziende clienti i servizi
M2m, in particolare, ha deciso di creare una nuova business
unit a livello mondiale, Accenture Mobility Operated Services
(AMOS) con l’obiettivo di erogare servizi M2m e in
generale mobile services. La Service Delivery Platform di
Accenture Mobility Operated
Services è dotata
anche di un set di API (Application Programming Interface) in
grado di facilitare lo sviluppo di soluzioni verticali
esterne certificate, abilitando le aziende clienti alla
creazione di application e service store
. Esempi di
servizi verticali M2m che Accenture Mobility Operated Services
fornisce sono: digital pen, remote monitoring, remote
healthcare diagnostic, mobile vending, vehicle tracking, ip
video surveillance, ecc.

Operativa da settembre 2008 e annunciata ufficialmente a
febbraio 2009, durante il Mobile World Congress 2009 tenutosi a
Barcellona (Spagna), la nuova business unit offre un ricco
portafoglio di servizi in modalità managed alle aziende
provenienti da diversi settori (telecomunicazioni,
assicurativo, bancario, retail, farmaceutico, petrolifero,
public services, ecc.) secondo un modello di pricing basato sul
numero di transazioni effettuate. Un esempio di successo di
servizi M2m è il caso dei servizi telematici Blue&Me Nav,
la cui piattaforma di servizio è stata interamente progettata
e sviluppata da Telecom Italia e Fiat con il supporto di
Accenture.

 

Il Machine-to-machine e
l’innovazione

Per seguire le innovazioni continue e soprattutto rendere
flessibili e adattabili le soluzioni M2m, si rende necessaria
molto spesso la ricerca di operatori specializzati con cui
instaurare modelli di partnership. Lo scopo principale
è quello di non fermarsi al portafoglio corrente di soluzioni,
ma di ampliare la propria offerta di servizi M2m e alimentare
un circolo virtuoso fatto di innovazione e competenze
specifiche verticali di industry
.

Accenture Mobility Operated Services si sta proprio
muovendo in questa direzione, e sta attualmente testando la
costruzione di applicazioni mobili Machine-to-machine mediante
API (Application Protocol Interface) Bug Labs. Bug Labs è un
nuovo tipo di azienda tecnologica, abilitante una nuova
generazione di ingegnerie per intercettare e costruire
qualsiasi tipo di device richiesto, senza dover saldare o
imparare nuove forme di elettronica allo stato solido. Bug
fornisce tutti gli strumenti necessari per costruire su misura
quello di cui si ha bisogno, si tratta di un’open source
modulare, dove i moduli programmabili possono essere facilmente
integrati in maniera tale da ottenere qualsiasi tipo di device.
L’obiettivo è quello di muoversi nel mercato M2m con una
logica open source modulare/componibile per rendere le
soluzioni facilmente customizzabili, evitando lo spreco di
risorse e abbattendo notevolmente i costi di costruzione in
favore delle economie di scala.

 

Le applicazioni di Vehicle Tracking e Remote
Healthcare Diagnostic

Quest’anno Accenture Mobility Operated Services è
stata presente al Javaone di San Francisco, conferenza annuale
organizzata da Sun Microsystems per discutere le tecnologie
java, con due servizi M2m in particolare: Vehicle Tracking e
Remote Healthcare Diagnostic. Il Vehicle Tracking è un sistema
di localizzazione satellitare, installabile su ogni tipo di
veicolo, usato per controllare e gestire i mezzi di trasporto.
Il sistema si compone di una On-Board Unit (OBU), installata
sul veicolo e di un software che raccoglie e processa i dati
ricevuti, attraverso un appropriato reporting. Tale
soluzione integra la tecnologia GPS, per la localizzazione del
veicolo, con un modulo
GPRS, che
attraverso una SIM card abilita la trasmissione e il
trasferimento dei dati relativi allo stato del
veicolo
. Le informazioni raccolte sono riferite alla
posizione, alla velocità e al kilometraggio del
veicolo.

La soluzione di Remote Healthcare Diagnostic, invece,
supporta i pazienti nel controllo della propria malattia. Essa
è costituita da un’opzione integrata di trasferimento
dei dati automatica verso una piattaforma di telemedicina,
successiva alla misurazione. Le attività di raccolta e
valutazione dei dati sono combinate con servizi per assistere
pazienti, medici, ospedali, ecc.

 
I servizi in mobilità

Il mondo dei servizi in mobilità si compone di un ampio
portafoglio di soluzioni, M2m e non, a supporto delle aziende
clienti. Diversi sono i servizi disponibili e, le famiglie a
cui generalmente afferiscono sono le seguenti:

Mobile Vouchering: per
l’utilizzo di qualsiasi tipo di voucher (es. buono pasto)
attraverso il cellulare. La soluzione supporta i tre più
importanti concetti, cross industry, presenti sul mercato:
scratch card, carta ricaricabile e full mobile;

Mobile Marketing: servizio che consente
la diffusione di informazioni nonché un’accurata
profilazione del cliente sfruttando il terminale mobile come
strumento mediatico;
Mobile Ticketing:
offerta mobile per l’acquisto e la spesa di
biglietti per il trasporto pubblico, per l’ingresso alle
zone a traffico limitato, per il pagamento della sosta e per
svariati eventi (es. fiere, cinema, ecc.);

Mobile Vehicle Tracking:
sistema di localizzazione satellitare che sfrutta un
modulo GPRS e una SIM card per il trasferimento dei dati da
processare ed elaborare;
Mobile Payment
& Banking:
soluzione che abilita i
pagamenti e le operazioni bancarie attraverso il proprio
cellulare;
Mobile Data
Collection:
fornisce all’azienda
cliente un sistema funzionale di raccolta, elaborazione ed
archiviazione dei dati (es. digital pen, remote meetering,
ecc.)
Mobile Health and Safety:
per il controllo della propria salute e per la sicurezza
personale in mobilità;
Mobile Gaming:
fornisce un servizio innovativo per consentire
l’accesso mobile alle scommesse e ad altre tipologie di
giochi seguendo le principali caratteristiche di impulsività e
disponibilità in ogni momento;

Enabling: piattaforme tecnologiche
abilitanti le varie soluzioni mobile offerte. Accenture
Mobility Operated Services, attraverso la piattaforma
abilitante di cui dispone, fornisce le soluzioni sopra
elencate, di cui fanno parte servizi appartenenti alla
tecnologia del Machine-to-machine (Mobile vehicle tracking,
Mobile health and safety, Mobile data collection).

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo