Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile App

I ragazzi delle medie a scuola di App con Samsung: esteso in tutta Italia App4Kids

Una iniziativa che nasce dalla collaborazione tra la casa coreana e il Polo di Cremona del Politecnico di Milano uniti nell'offerta di formazione, strumenti e supporto per educare i ragazzi a vivere in modo propositivo l'evoluzione digitale ed educarli alla logica della programmazione. Coinvolti 150 allievi tra 10 e 14 anni di 6 scuole di Milano, Cremona, Bologna, Roma, Lecce e Venezia

Samsung App4Kids Dopo il successo della fase sperimentale dello scorso anno, a Milano e a Cremona, parte l’edizione 2015/16 di App4Kids, un vero e proprio percorso di formazione che ha l’obiettivo di sensibilizzare e formare i ragazzi delle scuole di primo grado allo sviluppo di applicazioni per il mondo Mobile. Il progetto parte dall’iniziativa di Samsung Electronics Italia, in collaborazione con i docenti del Polo di Cremona del Politecnico di Milano e si estenderà per tutto l’anno scolastico 2015/2016 a quattro nuove città – Bologna, Roma, Lecce e Venezia. Nel progetto verranno coinvolte 6 scuole e 150 studenti, con un respiro che allarga a tutto il territorio nazionale. 

Il corso ha una durata di 10 settimane, le sessioni si svolgono fuori dall’orario ordinario di lezione e coinvolgono tutti gli studenti delle scuole partecipanti che desiderano avvicinarsi al mondo della programmazione. I ragazzi – che hanno dai 10 ai 14 anni – apprenderanno competenze sullo sviluppo di App per Smartphone e Tablet su piattaforma Android.

Grazie al supporto di Samsung i ragazzi lavoreranno su tablet e seguiranno due diverse tipologie di approccio: il Creative Computing, che punta a valorizzare il pensiero creativo unitamente alle doti di collaborazione e l’Action Learning, per aiutare a gestire le procedure e il metodo di lavoro dalla ideazione alla implementazione.

Il progetto ha una chiara finalità educativa ed è concepito come un vero percorso che si sviluppa sul territorio. Gli obiettivi centrali dell’operazione sono fissati in tre punti: educare i ragazzi alla logica della programmazione e fare in modo che possa essere considerata come una competenza di base; mostrare concretamente ai ragazzi che il mondo digitale in cui loro sono molto immersi si può progettare e costruire senza elevate complessità e infine sensibilizzare i ragazzi a un utilizzo più consapevole della Rete e del digitale, evidenziando i possibili rischi

L’evento, è anche l’occasione per presentare i progetti realizzati dai ragazzi e dagli insegnanti della prima edizione del corso. Nella fattispecie, grazie a Scratch e App Inventor sono state realizzate applicazioni per creare basi musicali e un gioco del ping pong.

Samsung App4KidsMario Levratto, Head of Marketing & External Relations Samsung Electronics Italia sottolinea che le App e i servizi digitali sono ormai diventati indispensabili nella nostra vita quotidiana, tanto che la Mobile Economy vale ormai l’1,65% del PIL e che richiede sempre di più figure professionali preparate. Per questo, sottolinea il manager, Samsung si impegna per stimolare la curiosità e la formazione nei confronti del mondo delle app, in particolare per i ragazzi, proprio per sviluppare competenze e cultura e aiutarli ad essere competitivi nel mercato globale e contribuire all’innovazione del nostro Paese.

Filippo Renga, Coordinatore del progetto App4Kids per il Polo di Cremona del Politecnico di Milano esprime soddisfazione prima di tutto nel vedere i primi risultati di App4Kids e per la passione e la voglia di imparare un nuovo linguaggio e nuove tecnologie che normalmente vivono da semplici utenti. Ora sanno che possono esserne anche i creatori. «Abbiamo avviato questa tipologia di corso – sottolinea Renga – perché d’accordo con Samsung riteniamo che lo sviluppo di applicazioni sia ormai una competenza fondamentale che deve far parte del bagaglio culturale e professionale di ogni ragazzo, indipendentemente dalla carriera professionale o scolastica che intraprenderà». Renga conclude ricordando l’impegno futuro per estendere il progetto a più scuole possibili e ad altre fasce d’età.

Samsung App for Kids arriverà alla Scuola Secondaria di Primo Grado Cavour di Minerbio a Bologna, ia Convitto Foscarini di Venezia, all’Istituto Comprensivo via San Biagio Platani di Roma alla Scuola Secondaria di Primo Grado Virgilio di Cremona, all’Istituto Comprensivo Statale Presicce Acquarica del Capo di Lecce e alla Scuola Secondaria di Primo Grado Gianbattista Tiepolo di Milano.

Le fasi del progetto App4Kids

 

 

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>