Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.IoT Library

Open innovation, Cisco al fianco della PA per Hack Developers

E' andata in scena nel weekend in 26 città sparse in tutta Italia la battaglia fra sviluppatori, studenti e esperti IT. A disposizione dei partecipanti le tecnologie di collaboration firmate Cisco

Quarantotto ore di pura innovazione che hanno visto in azione contemporaneamente team di sviluppatori software, esperti IT e studenti in 26 città da Trento a Trapani. Si potrebbe riassumere così Hack.Developers, il più grande evento di “code sprint” per la Pubblica Amministrazione andato in scena nel weekend e promosso dal Team per la Trasformazione Digitale in collaborazione con Codemotion, di cui Cisco è stata protagonista in qualità di main sponsor.

Il colosso americano è impegnato attivamente da quasi due anni per l’accelerazione della trasformazione digitale nel nostro paese, avendo lanciato a gennaio 2016 il piano investimenti Digitaliani. E ha deciso di dare il suo supporto all’appuntamento nato per accelerare la crescita dei progetti centrali per la PA ospitati nella piattaforma Developers.Italia.It.

“I percorsi di innovazione oggi necessitano di abilitatori fondamentali: apertura, interoperabilità e collaborazione – commenta Enrico Mercadante, responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Transformation di Cisco Italia -. Un’ iniziativa come Hack.Developers mette in gioco queste parole chiave al massimo livello per aggregare verso un obiettivo alto, che definirei anche di servizio al Paese,  la community di persone che hanno le capacità, le competenze e soprattutto la passione per costruire più rapidamente, ‘mattone digitale dopo mattone digitale’ le piattaforme software necessarie per far dialogare i processi della PA accelerando la loro digitalizzazione. Siamo veramente orgogliosi di poter dare il nostro sostegno”.

Oltre ad offrire la disponibilità dei suoi esperti a supporto delle attività dei team impegnati nel code sprint, Cisco ha messo a disposizione le sue tecnologie di collaboration che sono state utilizzate dai mentor dell’evento per confrontarsi e gestire in modo ottimale le attività sulle diverse sedi. In particolare Cisco, con il sostegno del partner FarNetworks, ha fornito la piattaforma Cisco Spark, per permettere ai gruppi di lavoro di collaborare efficacemente condividendo documenti, lavagna elettronica e tutto lo spettro di comunicazione dalla chat alla telepresenza. Strumenti arrivati nelle sedi di Milano, Roma e Firenze. Due postazioni di collaborazione Telepresence DX 80 sono state installate poi nelle sedi di Torino e Bari.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016